Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Luglio - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ferdeghini, il campo e la foresteria chiudono il progetto Volpi

Presentata in Comune l'idea dell'ultimo terreno di gioco e dell'albergo fatto in casa: così si conclude l'ultima parte del centro sportivo dello Spezia Calcio. De Mastri: "Investimenti anzichè spese d'affitto, per risparmiare e creare valore".

previsto anche lo spezia lab
Ferdeghini, il campo e la foresteria chiudono il progetto Volpi

La Spezia - Investire per patrimonializzare, trasformare le spese in profitto. E darsi un futuro. E' sul tavolo dell'amministrazione comunale spezzina il progetto elaborato dallo Spezia Calcio per completare l'ultima parte del progetto Ferdeghini, destinato a diventare il più importante centro sportivo fra l'estremo levante ligure e gran parte dell'alta toscana. Con una base di partenza importante (i quattro campi, la tribuna con gli spogliatoi e gli uffici del club sono operativi da anni), ciò che mancava, e manca, è il famoso ultimo campo ad undici in erba naturale (l'unico dell'Intels Trading Center) che riporterebbe alla Spezia anche la prima squadra, finalmente vicina alle formazioni giovanili. L'ultimo campo sorgerà dietro la tribuna in un'area complicata e per questo servirà un accordo sia col Comune della Spezia, che di quell'area è proprietario, sia con alcuni soggetti privati: non è impossibile una convenzione ma ci sono procedure burocratiche legate alla presenza del rio che determinano la necessità di osservare tutti i passaggi di legge previsti. Un'operazione che unirà tutte le squadre e permetterà al club di risparmiare soldi dall'affitto dei campi di Follo dove da tre anni si allena tutti i giorni (con tanto di spesa per la palestra).

L'altro tassello mancante che l'architetto Nicola De Mastri (che insieme ad Arnaldo Faita ha seguito tutte le tappe) ha presentato al sindaco Peracchini è il progetto di una moderna foresteria che sostituisca il convitto di Corso Cavour per il quale lo Spezia spende ogni anno 70mila euro senza contare le altre spese di trasferimento dei giovani aquilotti casa-scuola-allenamento. Un piccolo albergo "in bound", per 30-35 ragazzi, con un ristorante e tutti i comfort che possa ospitare anche la prima squadra nei ritiri delle partite in casa, evitando così altre spese di soggiorno presso le strutture alberghiere. "Il piano è quello di finire il Ferdeghini per come era stato pensato dall'inizio - spiega De Mastri che ha raccolto l'assenso del Credito Sportivo, pronto a finanziare l'opera - e trasformare contestualmente spese correnti in mutui. Tutto questo nel tempo non solo permetterà di abbassare i costi ma potrà diventare perfino valore aggiunto e quindi fonte di guadagno". Sì perché la foresteria sorgerà nel piazzale già asfaltato laddove oggi sta la sottoutilizzata "white house" che finirà per essere inglobata nella struttura dove lo Spezia ha intenzione di installare un proprio centro fisioterapico. Uno "Spezia Lab" aperto all'esterno, a privati e società sportive che vorranno utilizzarlo come accade a Milanello.

I tempi? Prima la foresteria, poi il campo, per ragioni ovvie. Essendo di proprietà, è ipotizzabile che il nuovo immobile possa essere pronto prima della fine della stagione agonistica mentre per il campo serviranno le compatibilità urbanistiche e una concessione che regoli l'utilizzo delle aree non di proprietà (non per forza una vendita, quindi). Il progetto definitivo è quasi pronto e sarà portato all'attenzione del prossimo consiglio d'amministrazione del club aquilotto con il modello di finanziamento previsto: tutto da vidimare per poi partire con l'affidamento dei lavori e l'inizio del cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News