Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Settembre - ore 21.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

De Col, umiltà e grinta: "Bisogna sempre mettersi in discussione"

"Ogni calciatore deve cercare di migliorare giorno dopo giorno. Il nuovo modulo e il ritiro ci hanno fatto trovare compattezza. Nel 3-5-2 posso attaccare di più con la copertura della difesa".

De Col, umiltà e grinta: `Bisogna sempre mettersi in discussione`

La Spezia - Filippo De Col è un termometro dello Spezia che torna a sorridere e a vincere. Forse l'ordine dei fattori è inverso, fatto sta che il rendimento dell'esterno è andato in crescendo come il resto della squadra, e anzi ne ha anticipato una continuità di rendimento che si spera duri ancora molto. Come si può passare dal borbottio del "Picco" ogni volta che tocca il pallone all'essere padrone della sua fascia contro Verona e Bari? Con quell'umiltà che ti fa dire che "ogni giocatore deve mettersi in discussione e cercare di migliorare partita dopo partita. Le critiche? Nel calcio quandi ci sono momenti positivi tutto sembra perfetto e quando le cose non vanno tutto sembra un disastro. L'importante è non fermarsi mai ed aver sempre la voglia di crescere".

Di certo il 3-5-2 ne esalta le doti: manlevato dal dovere difendere, ha preso sicurezza e metri. "Mi piace questo ruolo, mi sento più libero di poter attaccare avendo un difensore in più alle spalle. Ma poi faccio quello che dice il mister, l'importante è giocare ed aiutare la squadra ad ottenere risultati positivi. Il cambio di modulo in generale ci ha consentito di ritrovare compattezza e determinazione, aspetti fondamentali in un campionato duro ed equilibrato come quello di serie B. Meglio brutti ma vincenti che belli e perdenti? L'essere belli non è la priorità e giocando così compatti e corti rischiamo molto di meno, dato che quando si commette un errore, c'è sempre un compagno vicino pronto a rimediare".
Insomma, il ritiro ha funzionato. Più che altro per catalizzare energie che rischiavano di disperdersi dopo le due sconfitte contro Benevento e Cittadella. "A tutti piacerebbe restare a casa propria, dormire nel priorio letto... ma in quei giorni a Pontremoli abbiamo parlato, fatto tanto video con il mister che ci ha spiegato dove sbagliavamo. Dal punto di vista dei rapporti tra di noi non ce n'era bisogno perché siamo davvero un gruppo che va d'accordo sin dall'anno scorso, ma per il resto ci ha fatto bene".

Il Cesena è stata una parentesi nella sua stagione dell'anno scorso. "E' cambiato tanto dallo scorso anno, basta pensare a Caldara, Kessie, Ragusa e Sensi che soono andati via. Ma il Manuzzi resta comunque un campo complicato, sia per il pubblico che per il terreno sintetico. Lì l'anno scorso abbiamo vinto in trasferta nella partita secca dei preliminari play-off, una grande prova di forza".
Giulio Maggiore è il giovane più in vista della rosa, e De Col può dargli un consiglio. "E' capitato anche a me di vestire l'azzurro, la Nazionale è una vetrina importate. E' vero che devi sacrificarti perché ti toglie tempo che passeresti a recuperare, ma è un'onda positiva che un ragazzo giovane con le sue qualità deve sfruttare per raccogliere energie positive. Giulio ha umiltà e intelligenza, continuando così diventerà un giocatore importante. Per noi lo è già".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure