Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 02 Giugno - ore 16.47

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cuore Acampora: “Qui da dieci anni, la Spezia è casa”

Dopo un lungo infortunio, di nuovo al centro del progetto. “Il 2018 un anno difficile, un circolo vizioso da cui non riuscivo ad uscire. Ora sto bene. I play-off? Ci teniamo a giocarli.

In lizza per la maglia da titolare
Cuore Acampora: “Qui da dieci anni, la Spezia è casa”

La Spezia - “Sapevamo che giocavano con lo stesso modulo da tanti anni, che avremmo avuto di fronte una squadra organizzata e capace di approcciare bene le partite. Davvero una bella squadra, davanti alla quale ci siamo presentati bene. Forse potevamo essere più cattivi sotto porta, ma è stata una prestazione molto positiva”. E’ una stagione di rinascita per Gennaro Acampora, aquilotto che ha vissuto prestiti e infortuni nei suoi tanti anni spezzini. Contro il Cittadella una mezz’ora per dare sostanza al centrocampo, ora la possibilità di giocarsi la prima maglia da titolare. “Il 2018 è stato un anno molto negativo. C’è stato un problema inizialmente di pubalgia, poi qualche lesione che non era facile da diagnosticare. Sono entrato in un circolo vizioso da cui non riuscivo ad uscire. Ora finalmente con lo staff sanitario, che devo ringraziare, mi sento bene”.

Il contratto era in scadenza la scorsa estate, vederlo ancora qui non era scontato. “E’ il decimo anno che sono qui, La Spezia è anche casa mia. In estate, prima di decidere se rimanere o no ho parlato con mister Italiano, che mi ha rassicurato. Ovviamente mi sono messo in gioco, devo fare la mia parte quando vengo tirato in ballo. Devo ringraziare la famiglia aquilotta a partire dal presidente perché mi hanno fatto sempre sentire uno di loro. Ci sono tante cose che amo di questo luogo”. E’ l’uomo dei subentri. “Entrare a partita in corso non è mai facile, i ritmi in serie B sono alti e devi essere subiti pronto a inserirti. Per ora ho sempre iniziato dalla panchina, a Frosinone mi è riuscito bene entrare in corso. Dopo un anno fermo hai una grande voglia di giocare. Dal punto di vista fisico cerco sempre di dare un’impronta, poi tecnicamente può capitare di sbagliare”.
Domenica il Crotone, squadra che ieri ha vinto a Cosenza tra le polemiche. “Sappiamo che andiamo ad incontrare una squadra molto difficile, con giocatori di qualità. Ma se la affrontiamo con lo spirito visto contro il Cittadella ce la giochiamo. All’andata una sconfitta che ci lasciò grande amaro in bocca, avevamo creato tanto e segnato poco mentre loro con due tiri si erano portati a casa i tre punti. Ci è rimasto un po’ di veleno”. Obiettivo play-off. “Sì, ci teniamo molto. Tutto passa da come ti alleni, da come scendi in campo”.

A.BO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY


















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News