Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Settembre - ore 13.07

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Corallo: “Fondamentale partire bene, poco concreti sotto porta”

Il tecnico che fa coppia con Ferrario legge l’esordio alla Viareggio Cup. “Buona prestazione”

dagli spogliatoi
Corallo: “Fondamentale partire bene, poco concreti sotto porta”

La Spezia - “Abbiamo fatto una buona prestazione contando che avevamo giocato anche sabato. Affrontare queste squadre non è semplice, perché ti portano a un dispendio energetico elevato. C’è stata un po’ di confusione generale in certe fasi della partita, ma ho visto dei buoni fraseggi”. Riccardo Corallo mette in cascina la prima vittoria che lancia la caccia alle favorite Bruges e Sassuolo. Colui che divide la panchina con Moreno Ferrario analizza l’esordio in Viareggio Cup dei bianchi. “Partire bene è fondamentale, i ragazzi devono mettere in mostra le loro qualità attraverso il gioco”.

“Per quello che abbiamo creato credo che la vittoria sia meritata. Loro si sono visti poco nella nostra area, siamo forse stati poco concreti sotto porta. Ma tutto sommato è il risultato giusto. Il rigore su Figoli? Mi è stato detto di rivederlo, a me sembrava chiaro”, dice in merito all’episodio più discusso della partita. “Noi lavoriamo per far crescere i ragazzi, perché forniscano le prestazioni. Stanno crescendo tanto, è una squadra giovane che ha fatto grossi passi in avanti. L’altalena dei risultati fa parte della giovane età, ma le individualità si esaltano quando ci si mette a disposizione del gruppo. Tutti si sentono importanti, tanti ragazzi vanno con la prima squadra e si fanno trovare pronti anche dal punto di vista mentale. E’ quello il grosso stacco”.

Due anni fa da questo campo usciva il talento cristallino di Giulio Maggiore, che oggi compie vent’anni. “Maggiore è un giocatore che, non sta a me dirlo, è un 1998 con notevoli qualità. Sicuramente importante, del vivaio penso che sia ciò che i nostri ragazzi devono raggiungere. La bontà del lavoro fatto alla Spezia è evidente”. La cessione di Candela, lo stage di Corbo al Bayern Monaco... “Noi facciamo un lavoro costruttivo per il ragazzo. E’ un’età particolare, ci sono tanti ragazzi che piacciono a squadre nazionali e internazionali. Devono rimanere equilibrati, se si sentono arrivati fanno peggio. Quando uno si sente troppo forte è bene rimetta i piedi a terra. Ma dev’essere un lavoro personale, su sé stessi. Vale a tutti i livelli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News