Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Aprile - ore 10.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Calaiò si difende: "Sempre stato un esempio per i giovani, infangato il mio nome"

alla Corte d'appello federale
Calaiò si difende: "Sempre stato un esempio per i giovani, infangato il mio nome"

La Spezia - "Se avessi voluto alterare la partita, non lo avrei fatto con Whatsapp visto che da Parma alla Spezia è un'ora di macchina e sarei andato lì di persona". Emanuele Calaiò lo giura sui suoi figli: lui quei messaggi per cui è stato crocifisso per tutta l'estate non li aveva mandati per accordarsi con gli ex compagni di squadra. Davanti ai giudici della Corte d'appello federale della Figc nell'udienza di secondo grado, l'attaccante palermitano, rimanda al mittente ogni accusa: "Hanno infangato il mio nome e quello della mia famiglia, non avevo un secondo fine: sono una persona corretta, un esempio per i giovani per la mia professionalità". La condanna di fatto gli farebbe appendere le scarpette al chiodo visto che a 36 anni, 24 mesi di stop lo metterebbero fuori gioco: "Vorrei finire la mia carriera come l'ho iniziata, professionalmente, correttamente e con la limpidezza che mi ha sempre contraddistinto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News