Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio - ore 20.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bartolomei parte, così la "fatal Lucca" si è sdebitata

Due stagioni e mezzo, un leader dal primo giorno, il centrocampista è vicinissimo alla Cremonese. Uno che alla serie A ha sempre creduto, anche nei momenti più bui. E poi ci ha trascinato lo Spezia con gol e assist.

tutti in piedi
Bartolomei parte, così la "fatal Lucca" si è sdebitata

La Spezia - A Cremona sappiano questo: quando lo Spezia era penultimo in classifica in serie B, c'era un giocatore che venne in sala stampa dopo l'ennesima sconfitta e disse parole precise. "Io sono venuto allo Spezia per andare in serie A e non ho cambiato i miei obiettivi". Dieci mesi dopo lo Spezia era promosso. Quel giocatore era Paolo Bartolomei, un leader in campo e fuori, uno che con un po' più di fortuna, ai tempi dell'esordio tra i professionisti, forse in massima serie ci avrebbe giocato prima e con più continuità. L'ha assaggiata a 31 anni con la maglia dello Spezia, ma oggi pare destinato a salutarla a breve.
Ci sarebbe stata anche una telefonata di Ariedo Braida nelle scorse ore per avvertire Via Melara dello stato avanzato della trattativa per portare il centrocampista alla Cremonese. Da parte sua lo Spezia aveva già comunicato la scelta tecnica di privarsi di Bartolomei dopo 82 partite, 7 gol (una doppietta proprio alla Cremonese) e ben 17 assist. Giocando quasi sempre da mezzala destra e sporadicamente da mediano davanti alla difesa. A meno di rilanci dell'ultima ora (Pisa, Vicenza ed Empoli si erano mostrate interessate), la sua potrebbe essere la prima cessione di questo mercato invernale inaugurato dall'acquisto di Saponara.

Saranno tutte dolorose. Lui, come Mora e Mastinu, rimarranno indimenticabili protagonisti degli anni più importanti (ad oggi) della maglia bianca. Sarebbe stato giusto vederli sfilare al Picco con i tifosi in piedi ad applaudire, ma così non potrà essere. Per Bartolomei poi, in molti avevano scommesso sulla sua conferma anche nell'impianto della squadra per la massima serie. Questione di struttura fisica e di fibra, visto che nelle ultime sette stagioni ha avuto in pratica due soli infortuni di una qualche entità. E poi di piede, soprattutto il destro: potente nel tiro e preciso nel passaggio.
Chiuso invece dall'esplosione dell'argentino Estevez, ha trovato sei presenze ed un assist (contro la Juventus) in questa prima metà di campionato. Il suo contratto è in scadenza a giugno, e la Cremonese offre a quanto pare un triennale e la prospettiva di lottare per la serie A. Quantomeno dalla prossima stagione. Una bandiera che si ammaina, come è successo a tanti club che hanno fatto il grande salto. Non ci sono debiti nello sport, e poi il campanile è il campanile. Ma la Lucca del calcio non sarà solo più solo la città della grande beffa del 1989 per gli spezzini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News