Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Agosto - ore 19.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Avellino fuori, Siena ed Entella sperano

La B non conosce equilibri: piogge di ricordi e un girone ancora da costruire. Il campionato probabilmente slitterà mentre lo Spezia lavora e si prepara per la Coppa: domenica alle 18.30 al Picco arriva la Spal: biglietti in vendita dal pomeriggio.

tutti i casi possibili
Avellino fuori, Siena ed Entella sperano

La Spezia - Ad Avellino sono furibondi. Ce l'hanno col presidente Taccone che in un comunicato stampa spiega di voler "dimostrare la propria vicinanza al dolore della città, della provincia e di tutti quanti hanno a cuore l’Avellino, in qualità prima di tifoso e poi di presidente, restando sempre a disposizione del calcio ad Avellino e vicino a chi vorrà rappresentare il nuovo titolo sportivo, proprio come avvenuto 9 anni fa”. In altre parole l'Avellino è fuori: fuori dalla serie B dopo che il Tar del Lazio ha respinto il ricorso del club, come già avevano fatto in precedenza la Covisoc, poi la Figc e quindi il Collegio di Garanzia del Coni. L'Avellino paga l’aver presentato la fidejussione oltre i tempi stabiliti. A nulla è servita l'udienza in via Flaminia di ieri, intorno alle 15.20 la notifica alle parti che ha spento l’ultima speranza alla quale la società biancoverde e i suoi tifosi erano aggrappati. Nove anni dopo la storia si ripete: Avellino fuori dalla B e dilettanti dietro l'angolo.

Quando si parte? La B nel caos dei ricorsi. Quello della società campana era il verdetto che la cadetteria attendeva per cercare di capire quali squadre parteciperanno non solo alla prossima B ma anche alla C. Ieri il presidente della terze serie Gravina aveva parlato di una C da 56 squadre, "ma ad oggi non ho la minima idea di quali siano, e nemmeno quali saranno i gironi da comporre". Il punto della situazione? C'è uno scontro in atto tra la Lega di B e la Figc: d una parte ci sono le società regolarmente iscritte al prossimo campionato cadetto che spingono per ridurre le partecipanti alla B a quota 20 (con conseguente ripescaggio di un solo club), dall’altra la Federcalcio che nega questa possibilità specificando in una nota che “la modifica del format può entrare in vigore dalla seconda stagione sportiva successiva alla sua adozione”. A luglio Bari, Cesena ed Avellino erano state escluse dal prossimo campionato. Le prime due sono state poi escluse definitivamente perché in precarie situazioni economiche, e sono poi fallite: non hanno presentato nessun ricorso e ripartiranno dalla Serie D come previsto dai regolamenti. Al loro posto sono state ripescate il Novara, terzultima classificata nell’ultima B, e il Catania, che l’anno scorso ha disputato la serie C arrivando al penultimo atto dei playoff per mano del Siena. Come di consueto i ripescaggi sono stati pensati in base a delle graduatorie che tengono conto di parametri diversi – sportivi ed economici – ma non hanno convinto tutti. Anzi: Pro Vercelli, Ternana e Siena hanno presentato ricorso sostenendo di avere più credenziali per essere ripescate rispetto a Novara e Catania. L'Avellino è la terza esclusa e dovrà essere rimpiazzata. Ma pendono una serie di ricorsi che rischiano di allungare i tempi con un mercato entrato nell'ultima decade e l'inizio del torneo pesantemente in bilico: l'Entella, quartultima in Serie B nel campionato finito a giugno e sconfitta nei playout per la retrocessione dall’Ascoli, che in campionato era arrivato al quintultimo posto, ha presentato un ricorso che potrebbe cambiare le cose. Il ricorso riguarda la penalizzazione di 15 punti ricevuta dal Cesena per il caso delle plusvalenze fittizie con il Chievo Verona. La penalizzazione verrà applicata al prossimo campionato, ma visto che il Cesena è fallito e ripartirà dalla Serie D, Gozzi ha chiesto che venga applicata retroattivamente alla classifica dell’ultima serie B. Quanto basta per risultare matematicamente qualificata anche per il prossimo campionato, pur avendo perso i playout. Se avrà ragione l'Entella, la Liguria avrà di nuovo due squadre in serie B, altrimenti ad esultare sarà il Siena. Non è finita: il Palermo ha presentato un secondo ricorso alla Corte di Garanzia del Coni contro il Frosinone, contro cui ha perso la finale dei playoff per la promozione, per irregolarità durante la finale di ritorno. I rosanero hanno presentato ricorso anche contro il Parma, altra squadra promossa in serie A: si chiede che venga spiegata l’esclusione dal processo per illecito sportivo di un giocatore del Parma ritenuto coinvolto nel caso degli sms scambiati con i giocatori dello Spezia prima dell’ultima decisiva partita di Serie B, giocatore che a differenza di Emanuele Calaiò non ha subito squalifiche. La mancanza della lista completa dei club che parteciperanno alla serie B 2018/2019 ha fatto slittare anche la presentazione dei calendari inizialmente prevista per il 6 agosto a Cosenza. A slittare quindi, con grande probabilità, dovrebbe essere anche l’inizio del campionato

Spezia-Spal, domenica alle 18.30. Mentre lo Spezia si ritroverà oggi alle 17 per l'unica seduta odierna prevista dal tecnico Pasquale Marino, ufficializzato intanto l'orario del terzo turno di Coppa Italia. Spezia e Spal si accordano per invertire il campo: si gioca dunque domenica 12 al "Picco", alle 18.30. La prevendita dei tagliandi vedrà il via alle 16 di oggi e gli stessi saranno disponibili sul circuito Etes, sul territorio nazionale nei punti di prevendita del circuito, oltre che in modalità online (solo tariffa intera) e presso i botteghini dello stadio 'Picco' il giorno della partita a partire dalle 16 (si consiglia di acquistare i biglietti in prevendita per evitare lunghe code ai botteghini nel giorno gara). Per i tifosi ospiti, tagliandi disponibili fino alle 19 di sabato 11 agosto. Società che dovrà pagare una multa di 1500 euro per "avere suoi sostenitori, nel corso della gara Spezia-Sambenedettese, acceso alcuni petardi nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza". A livello di lavoro sul campo, ieri tanta tattica nel lavoro imposto dallo staff tecnico: movimenti, tagli e sovrapposizioni già positivamente intravisti nella partite contro Empoli e Sambenedettese. Poi sala video. Lavoro dedicato tra palestra e fisioterapia per Bassi, Capradossi e Mastinu; solo parte atletica per Bolzoni, Giorgi e Shekiladze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News