Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 21.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Angelozzi un anno dopo, con qualche chance in più

Se il dirigente lascerà Sassuolo dopo due anni tra serie A e Europa League, lo Spezia è pronto ad affidargli l'area tecnica. Un ritorno dopo la stagione 2014/15, ma questa volta con piena libertà di manovra sul mercato.

Angelozzi un anno dopo, con qualche chance in più

La Spezia - L'anno scorso fu lo stesso patron Giorgio Squinzi a mettere un freno alla sua partenza. Il secondo matrimonio di Guido Angelozzi con lo Spezia sfumò nonostante i tentativi compiuti dalla dirigenza aquilotta su input di Gabriele Volpi. Un anno dopo il dirigente catanese è ancora in cima alla lista dei desideri per il ruolo di uomo mercato, e questa volta le possibilità di riuscire ad affidare a lui il compito di creare un nuovo ciclo in seno allo Spezia parte con qualche chance di riuscita in più.
La voglia di rinnovamento dello Spezia è la stessa del Sassuolo, che ha vissuto una stagione di gloria in Europa e un passo indietro in campionato. All'addio del tecnico Di Francesco dopo uno straordinario quinquennio, ormai inevitabile, farà seguito anche quello del diesse Rossi con destinazione Cagliari. Una ristrutturazione gestita dall'ad Giovanni Carnevali che potrebbe toccare anche lo stesso Angelozzi, legato da un ulteriore anno di contratto con i neroverdi.

Se lascerà Sassuolo, lo Spezia è pronto ad affidargli il vertice dell'area sportiva. I rapporti di stima con Via Melara non si sono mai interrotti dopotutto con il dirigente chiamato da Umberto Marino nel 2014 per prendere il timone che era stato di Giancarlo Romairone. Angelozzi allo Spezia parte seconda partirebbe però con un diverso presupposto rispetto al primo esito: quello di avere pieni poteri, con un ruolo che comprenda da direttore generale e con libertà di movimento sulle scelte di mercato. Quella libertà che si realizzò solo parzialmente nell'anno con Igor Budan diesse e Nenad Bjelica in panchina.
Stefano Chisoli presidente, Luigi Micheli amministratore delegato e Guido Angelozzi a capo dell'area tecnica, con Vinazzani a capo delle giovanili. Al di sotto solo l'allenatore della prima squadra, che potrebbe davvero essere un profilo giovane come quello di Fabio Gallo, e poi lo spogliatoio. Andrea Corradino, nonostante il colpo di cosa di Lotito che ieri sera ha fatto saltare il banco dell'assemblea elettiva del nuovo presidente di serie B, è sempre vicino a un ruolo istituzionale in seno al mondo del calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure