Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Giugno - ore 17.09

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Angelozzi dove lo porta il cuore: "Ora l'entusiasmo, poi la serie A" | Foto | Video

Il dirigente catanese si emoziona in conferenza. “Mi sono sentito benvoluto. Possiamo fare qualcosa di importante, ma il prossimo sarà un anno di ricostruzione. A Sassuolo ho imparato tanto, Volpi non è meno forte di Squinzi".

"NON CI SARA' UN DS"
Angelozzi dove lo porta il cuore: "Ora l'entusiasmo, poi la serie A"

La Spezia - Ha la voce rotta Guido Angelozzi, gli occhi brillano. Non nega e non tenta di nascondere un’emozione reale, proferisce parole a cuore aperto. Tanto che alla fine del suo primo intervento ci si aspetterebbe quasi un applauso dalla sala stampa del “Ferdeghini”, che rimane però assorta nel rigido protocollo della conferenza stampa di presentazione. “Sono felice di essere ritornato - dice - L'anno scorso avevo un contratto con il Sassuolo e non potevo accettare questo invito, che pure mi era stato fatto. Mi sento tornato a casa, sì. Devo dire grazie al patron Gabriele Volpi con cui c’è un’amicizia di lunga corsa. A tutti faceva piacere che ritornassi e anche questo ha pesato”.

- ”Angelozzi vuole tornare?”
- “Sì, ma lei cosa vuole fare dello Spezia?”
- “Lo voglio migliorare”


E’ questo lo scambio di battute tra Volpi e Angelozzi raccontato da ques'ultimo. Ancora una volta, il presidente onorario ha agito cercando l'ispirazione prima ancora che il calcolo. Era la seconda metà della scorsa settimana, sugli spalti della piscina della Sciorba si susseguivano le telefonate. L’intesa nasce così. A Volpi era sempre rimasto il rimorso di non aver sfruttato appieno le competenze di Angelozzi nel 2014/15. C'erano i croati, che peraltro avevano portato buoni risultati, e lo spazio per esprimere le idee era limitato. “Il primo anno c’erano altre condizioni, altre persone. Mi sono adattato, è stato comunque un anno buono. Avevo deciso di andare via, ma il rapporto è rimasto ottimo con la proprietà, con la città, con i tifosi e con voi tutti. Speriamo di poter ripetere quanto abbiamo fatto in passato”. Perché quella sconfitta ai play-off nel 2015 brucia ancora. “L’abbiamo persa noi. Io ci credevo che saremmo andati in serie A, ci credevo davvero".

Un nuovo inizio. “Ho accettato perché sento che qua si possa fare qualcosa di importante. Potevo aspettare una serie A, invece già oggi non mi ricordo cos’è l’Europa League vissuta nelle scorse stagioni. Sono contento di stare qui con una squadra di dirigenti che mi supporta e un allenatore che ha coraggio”.
Filosofia Sassuolo. “Loro guardano sempre a lungo termine, cercano i giovani e li lanciano, investono per il futuro. Quando uno è convinto di portare avanti un percorso come quello, ci arriva all’obiettivo prima o poi. Il Sassuolo ha una società importante? Anche lo Spezia. Non so chi è più forte tra Squinzi e Volpi...”. Tre anni intensi, l’Europa e un calcio propositivo su ogni campo d’Italia. “Stagioni stupende, mi piacerebbe ripetere quei trionfi. La costruzione però è stata lenta e costante. Avere una proprietà come quella dello Spezia deve rendere orgogliosa la città. Ma non bisogna guardare al giorno dopo, guardiamo a lungo termine”.

Doronzo in trattativa. Porterà uno o più collaboratori Guido Angelozzi. Piero Doronzo, a cena con lui anche il giorno prima di partire da Bari, potrebbe avere un ruolo legato anche al settore giovanile a quanto si capisce. “Non penso ci sarà un direttore sportivo, quello è un ruolo che sento mio anche se la società mi ha dato una grande responsabilità investendomi come direttore generale. Spero di non deluderli". In pratica farà quello che a Sassuolo faceva Carnevali. "E poi ci sarà un capo scout. Doronzo? Vediamo, lui ha lavorato con me a livello di segreteria. Se ci sono le condizioni ci sarà anche lui, sennò sarà un altro”. Non ci sarà invece Davide Cangini, che da dirigente sta facendo una carriera davvero notevole: triennale per lui a Bergamo come capo scout dell'Atalanta, ma lo avevano cercato anche Milan e Sampdoria.

Inizia un ciclo. “Ho seguito lo Spezia spesso lo scorso anno, ha fatto un buon campionato. Non ha centrato i play-off ma è stato un anno positivo. Mi aspetto dal 1° luglio, quando inizierò a lavorare, di iniziare a creare una squadra simpatica". Contratto di tre anni, sarà un lavoro cha darà i frutti con il tempo, questo l'anno della semina. "Sì, sarà un anno di partenza per costruire più avanti una squadra che il prima possibile possa lottare per andare in serie A. Non sarei venuto a Spezia senza questo obiettivo. Non vi aspettate però di competere subito da quest’anno. Gettiamo le basi, partendo dall’entusiasmo che qui è fondamentale. Vorrei ricreare quell'ambiente che ho conosciuto quando venivo a giocare da avversario. Poi se succede che diventeremo una squadra importante prima dei tre anni, anche meglio. Lo dico però con chiarezza, oggi conta solo il percorso. La prima cosa sarà dare un gioco di un certo tipo e mettere in campo grinta. La componente che serve ora è il lavoro e la serietà. E dare alla gene una squadra che faccia divertire. Chi indosserà la maglia delle Aquile dev’essere attaccato e metterci il cuore".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

13/06/2018 - Conferenza stampa di presentazione di Guido Angelozzi


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News