Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 06 Giugno - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Allo Spezia bastano due settimane per andare in A

In caso di nuovo stop conterà la classifica cristallizzata. E allora, se e quando si ripartirà, chi avrà lavorato meglio durante il "tutti a casa" farà la differenza. Lo Spezia per adesso non ha mai smesso di crederci.

verso la ripresa
Allo Spezia bastano due settimane per andare in A

La Spezia - La differenza si fa da subito, si fa da ora. E forse in parte si è già fatta, almeno per quegli atleti che in questi due mesi abbondanti di chiusura hanno comunque mantenuto un approccio da sportivo agli esercizi domestici e all'alimentazione. Ogni dettaglio conta da oggi alla ripresa del campionato, che avverrà grossomodo entro cinque settimane. E a quel punto ogni partita peserà come una finale, perché semmai dovesse arrivare un nuovo stop al campionato, questa volta la classifica rischia veramente di venire cristallizzata. E ad andare in serie A a quel punto sarebbero le prime tre.
Tra una settimana si avrà una data per la ripartenza della serie A. Nel frattempo la serie B lavora per accorciare il gap di 10 giorni che si era data con la massima serie, in modo da cominciare subito dopo la metà di giugno anch'essa. Un discorso che passa anche attraverso la ricerca di un'intesa con l'Assocalciatori, che chiede quattro settimane piene di allenamenti collettivi prima di poter disputare una partita vera. Intanto è una buona notizia che i tamponi eseguiti sulle rose della B diano per adesso risultati negativi. Oltre allo Spezia, anche Perugia, Entella e Venezia (dove ci sono sei positivi al sierologico) hanno già risultati confortanti in mano. Molte altre seguiranno a comunicare i risultati nelle prossime ore.

Per adesso insomma la linea degli aquilotti del tornare a giocare, sottolineata dal presidente Chisoli e dal direttore Angelozzi a più riprese in queste settimane, si rivela lungimirante. Non solo lo Spezia è tra i primi club ad avere già i risultati dei test in mano, ma il centro di Follo è stato aperto agli allenamenti individuali già dal 4 maggio scorso. I ragazzi di Italiano corrono in gruppi da sei (distanziati tra loro) da quasi venti giorni, quando in serie B ci sono ad oggi tante realtà che non hanno ancora neanche tutti i calciatori radunati in città. Alcuni elementi sarebbero addirittura ancora all'estero.
I tempi. Per ora c'è una data finale più che una iniziale. Si punta a chiudere nel fine settimana 15-16 agosto (più facile la domenica) con la finale di ritorno dei play-off. Andando a ritroso, gli spareggi promozione e salvezza comincerebbero il 1° o il 2 dello stesso mese. In ogni caso quello che conterà maggiormente, una volta ripreso il campionato, sarà aggrapparsi al secondo o terzo posto con le unghie e con i denti. Con due turni a settimana, lo Spezia giocherebbe tutto d'un fiato subito contro Empoli, Chievo, Pisa e Frosinone. Tre scontri diretti in zona play-off su quattro partite. Niente riempirà il silenzio di uno stadio vuoto, ma la posta in gioco rimane alta. Dalla parte di Italiano, una rosa ampia e giovane che non ha mai smesso di credere di potersi giocare le proprie carte sul campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News