Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Aprile - ore 15.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Albè spinge Augello: "Lo Spezia ci ha visto lungo"

Il "Ferguson di Gorgonzola" allena il Giana Erminio dal 1995 e ha cresciuto il terzino aquilotto. "Ha anche un buon tiro, ma non lo sa. Lopez un monumento, ma lui arriverà. Anche alla A".

Albè spinge Augello: "Lo Spezia ci ha visto lungo"

La Spezia - “Io non ho costruito nessuno, il ragazzo si è fatto da solo”. Cesare Albè alza metaforicamente le mani. L'allenatore che non conosce esonero, dal 1995 sulla panchina del Giana Erminio, non rivendica per sé alcun merito nella crescita del giocatore. A chi si riferiva? A Tommaso Augello, che ha allenato per tre stagioni prima di vederlo partire quest'estate per la Spezia e la serie B. E il mancino gli risponde a distanza: "A livello umano mi ha dato tantissimo, è una persona fantastica".
Sessantottenne di Cassano d'Adda, Milano, da 23 anni Albè è l'allenatore della squadra lombarda. E' il Ferguson di Gorgonzola, il suo è un primato che non riesce lui stesso a spiegare. “Ci sono state parecchie occasioni in cui avrei potuto meritare l'esonero - ammette – ma fortunatamente nessuno dei tre presidenti che ho avuto lo ha mai fatto. Alcuni miei colleghi non mi definiscono nemmeno uno di loro, perchè ritengono che si diventi veramente allenatore solo una volta che si venga esonerati (ride, ndr)".

"La verità è che senza Albè non c'è Gian Erminio. Lui e il responsabile Angelo Colombo sono l'anima della società, una società in cui si sta come in famiglia", ricorda Auello che con lui è sceso in campo 106 volte. Una sola rete all'attivo, un aspetto che secondo l'allenatore può e deve migliorare in futuro. “Al momento la ritengo la sua unica pecca. Il tiro non gli manca – assicura – col tempo sicuramente lo dimostrerà". Ma cosa ne pensa Augello stesso? "Dal mio ruolo non ho molte occasioni di calciare verso la porta in effetti".
"Per il resto non gli manca niente, ha doti tecniche, fisiche e umane straordinarie. Polivalente sul manto verde, meraviglioso uomo spogliatoio - continua Albè - Tommaso non ha controindicazioni. Ritengo che lo Spezia ci abbia visto giusto a prenderselo, con un po' di pazienza sono convinto che il ragazzo riuscirà a prendersi la serie B e, chissà, anche la classe regina. Qui ne siamo tutti convinti, il ragazzo è in gamba”. Doveroso chiedergli se si aspettasse che il terzino trovasse più spazio di quanto non ne abbia effettivamente trovato. “Se ha giocato poco fino a questo momento è solo dovuto alla presenza di Lopez, - conclude l'allenatore - che nella categoria ha pochi eguali. Ma ripeto, dategli tempo e il ragazzo verrà fuori”. E se lo dice uno che da 24 stagioni ha visto tanti giocatori, sempre da un'unica panchina, potrebbe essere il caso di crederci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News