Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 17.08

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Al "Picco" fra Spezia e Venezia finisce spesso 1-1. Anche lo scorso anno

Un classico della serie B negli anni Trenta, poi quarant'anni senza incrociarsi fino agli Ottanta.

i precedenti
Al "Picco" fra Spezia e Venezia finisce spesso 1-1. Anche lo scorso anno

La Spezia - E' senza alcuna ombra di dubbio l'1-1 il risultato più frequente tra Spezia e Venezia al "Picco". Anche la scorsa stagione, 21 gennaio 2019, finì con questo risultato, griffato dai timbri di Domizi e Da Cruz. Uno Spezia che quel giorno scese in campo con Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei (49'st Crimi), Ricci, Mora; Gyasi (16'st Da Cruz), Okereke, Bidaoui (33'st Pierini). Zenga, allora tecnico arancioneroverde, optò invece per Vicario; Bruscagin (1'st Zampano), Domizzi, Modolo, Garofalo (23'st Cernuto); Suciu, Bentivoglio, Zennaro; Rossi (5'st Lombardi), Vrioni, Di Mariano.

A proposito di risultati ricorrenti c'è anche il 5-0, perché gli aquilotti in più di un'occasione sono riusciti a dilagare contro i veneti nei 15 precedenti casalinghi. Il primo di questi risale addirittura al novembre del 1929, in panchina l'enigmatico James Broad che veniva da un passato di calciatore con Manchester United, Manchester City, Millwall e Everton tra le altre. Mandò in campo Strati, Caiti, Farina, Tacchinardi, Santillo I, Meoni, Savani II, Ghidoni, Papini, Andrei e Cappelli: gol decisivo di Amedeo Ghidoni al nono minuto.

Le due squadre, da quando la serie B passa a girone unico, si incontrano per sette stagioni nelle successive dieci. Unica vittoria ospite nel 1930 (0-2, doppietta di Gorini), tanti pareggi e il 4-0 del 1932 con reti di Andrei, doppio Rossi e del polesano Busdon che avrebbe chiuso la carriera proprio nel Venezia dopo aver indossato la maglia della Juventus. "Il" precedente per definizione per gli aquilotti è chiaramente quello del 1944, la prima partita del triangolare finale che avrebbe deciso la vittoria del campionato per gli allora Vigili del Fuoco. Ottavio Barbieri scelse Bani, Persia II, Borrini, Amenta, Gramaglia, Scarpato, Rostagno, Tommaseo, Angelini, Tori e Costa. Finì 1-1 con reti di Tori e Astorri.

Nel 1950 l'ultimo incrocio prima di una pausa di quarant'anni. La squadra di Bertoni vinse nettamente per 5-0 con reti di Pozzo, Malavasi, Macchi e doppio Reddi; in campo Fabbri, Moretti, Bertoni II, Pramaggiore, Sgobbi, Macchi, Malavasi, Banci, Reddi, Pozzo e Frugali. Poi un salto al 1988, in serie C1, ed è ancora 5-0 con reti di Marocchi, Telesio, due Ceccaroni e autorete di Filisetti. Uno è il VeneziaMestre, l'altro è lo Spezia di Sergio Carpanesi con Rollandi, Spalletti, Conti, Chiappino, Stabile, Pregnolato, Marocchi (75'Russo), Peragine, Mariano, Ceccaroni e Tacchi (62' Telesio) in campo. Aquilotti vincenti anche nelle due stagioni successive, due anni fa invece fu 1-1 con reti di Pinato e Granoche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News