Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 06 Aprile - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Vidi Ponzo contro Maldini e pensai: magari averlo al Picco"

Oggi sono sette anni dalla scomparsa.

il ricordo di alberto pandullo
"Vidi Ponzo contro Maldini e pensai: magari averlo al Picco"

La Spezia - Il calcio degli highlights affidati a YouTube è così: rimangono le azioni salienti ma si perde il significato. E così vale più un colpo di tacco in mezzo ad una partita trotterellante che 90 minuti di difesa sulle mura contro tutto e tutti. E così c'è un Milan-Modena del 2003, poco tempo prima che Paolo Ponzo diventasse un giocatore dello Spezia, che oggi a vederlo raccontare nella sintesi ti fa quasi rabbia. Succede che il numero 4 alla fine stende Kaladze in area e il fortino degli umili gialloblù cade di schianto. Ma prima ci sono 80 minuti circa in cui l'uomo che non ha mai smesso di correre ha arginato la fascia migliore della squadra più forte d'Europa.
"Lo posso testimoniare oggi e per sempre. Io c'ero quel giorno a San Siro e mi ricordo come oggi quel centrocampista che non aveva mollato un centimetro per tutta la partita", ricorda Alberto Pandullo, manager sprugolino nella città dei Navigli e più volte dirigente dello Spezia Calcio. "Era un bellissima giornata di sole a Milano, doveva essere una partita senza storia, invece fu grande sofferenza per il Milan. E c'era questo questo stantuffo che contrastava una volta Maldini e una volta Kaladze e poi si ributtava in avanti. Su e giù, non si fermava mai. Li ha obbligati a un lavoro fisico estenuante. Era uno che in una piazza come la nostra poteva solo essere amato". Sono passati sette anni senza Paolo Ponzo, custodito dai monti dell'Appennino Ligure e dal ricordo di tutti i tifosi per cui ha offerto il petto al vento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News