Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 05 Marzo - ore 21.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Un fondo vuole lo Spezia Calcio", fibrillazione ma nessuna conferma

Bocche cucite dal club, velate smentite indirette, Peracchini cerca chiarimenti. Non sono attese né ammissioni né smentite, come da tradizione.

la notizia lanciata da di marzio
Gli uffici del Ferdeghini-Intels

La Spezia - La regola è semplice: in questi casi l'assenza di smentita è percepita come una conferma. Il fatto è che lo Spezia Calcio di smentite non ne fa per lunga tradizione. Neanche ammissioni. E pare non ne farà neanche questa volta in cui nuovamente viene data come imminente la cessione del club. Il sito gianlucadimarzio.com poche ore fa lancia la notizia di un fondo "probabilmente americano" interessato a rilevare la società spezzina. Una voce era già iniziata a girare in città nel primissimo pomeriggio, senza dettagli ulteriori che peraltro non si ritrovano neanche nella fonte legata a Sky Sport. Il fatto che finisca però su uno dei punti di riferimento web dei calciofili la rende già di per sé interessante.
Dallo Spezia Calcio arrivano bocche cucite e al massimo indirette smentite. Il club farà una nota per chiarire? Per ora no. E allora tutto rimane sospeso in un limbo, ancora una volta, in attesa di qualche ammissione oppure che tutto sia lasciato cadere e dimenticato. Come successe nel 2016 quando si era alle firme con i "modenesi dirigenti di una società di Londra". O nel 2017 quando toccò invece alla "cordata araba" o anche nel 2018 al "gruppo brasiliano che si occupa di gas ed energia". E la lista è ancora più lunga.

I fatti dicono che all'interno del club non vi è nessuna contezza di un possibile cambio di proprietà. Questo, di per sé, va detto non è garanzia in un senso o nell'altro. Neanche nell'amministrazione comunale, sindaco in primis, ci sarebbero indizi di un disimpegno del gruppo Volpi. Nel tardo pomeriggio qualche contatto è segnalato tra Palazzo Civico e la proprietà dopo la notizia che ha mandato in fibrillazione la città. Domani al Picco è atteso Maurizio Felugo, consigliere di ritorno e filo diretto con la Social Sport, e forse anche il presidente Stefano Chisoli. Una presa di posizione sarà necessaria.

In linea del tutto generale, sono sempre meno gli imprenditori legati al territorio che investono nel calcio. Il destino sembra dover essere diventare succursale dei club più grandi oppure finire nelle mire dei fondi di investimento. Questi hanno una ratio puramente finanziaria e vanno di solito alla ricerca di asset svalutati, ovvero club in difficoltà o con potenziale che ritengono non sfruttato. Un investimento a medio termine insomma.
Lo Spezia non è di certo una società che ha bisogno di liquidità. Il brand aquilotto ha appena spiccato il volo anche grazie al buon campionato, ma è logico che non potrà mai avere un appeal globale. Un contesto non esattamente ideale in cui mettere in funzione lo schema: comprare a poco, sanare, investire un po' e rivendere a tanto. Con profitto, chiaramente. Che passa anche attraverso la crescita di valore del club, un discorso sportivo ma soprattutto commerciale. In tempi di newco per i diritti tv forse più facile da realizzare, a patto di rimanere in serie A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News