Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 07 Dicembre - ore 21.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Tifosi esemplari, noi dobbiamo essere più cinici"

Italiano in vista del Trapani: "Stiamo soffrendo per questo momento delicato ma tutti remano dalla stessa parte. Esultanza di Iemmello? Al gol ci è crollato il mondo addosso".

"Tifosi esemplari, noi dobbiamo essere più cinici"

La Spezia - “Non conosco situazioni passate ma posso dire che da quando sono qui ho visto tutti remare uniti dalla stessa parte, almeno per quanto riguarda la parte tecnica, sia in campo che a Follo. Stiamo cercando di dare il massimo per uscire da questa situazione”. Inevitabile partire da quanto affermato mercoledì dal direttore generale Angelozzi nella conferenza stampa odierna di Vincenzo Italiano in vista del delicato appuntamento di domenica. Al Picco arriverà il Trapani che proprio il mister nella scorsa stagione ha guidato alla promozione, ma nella testa c'è ancora il 3-0 subito martedì sera ad Ascoli.

“In questo momento siamo poco incisivi in avanti e poco concentrati dietro – ha spiegato – mi sono stufato di dire che “gira così”, dobbiamo essere noi a svegliarci e scendere in campo più scaltri e vivi in certi momenti della partita. Il calcio non è solo strategia e bravura ma anche ma anche palloni tirati in curva, scivolate, gomitate e una corsa in più. Ci stanno mancando queste cose e stiamo passando un momento bruttissimo – ha aggiunto – nessuno si prepara per perdere, qui c'è gente che soffre e la notte non dorme e sta cercando di risolvere la situazione. Continuiamo ad allenarci forte e bene ma dobbiamo fare di più”.

“Nella squadra c'è chi conosce come reagisco alle sconfitte e ad Ascoli sotto di due gol mi ha detto di stare sereno perché abbiamo fatto un grande primo tempo e dominato in casa di una delle avversarie più in forma. Siamo tutti convinti di poter venir fuori da questa situazione perché i ragazzi stanno soffrendo e si stanno allenando bene. Stiamo pagando caro ogni errore – ha osservato – creiamo molto ma dobbiamo concretizzare di più come ci è riuscito a Cittadella”.

Proprio la partita del Del Duca ha pero fatto emergere i limiti in fase realizzativa e l'assenza di un bomber: “Se la palla non entra significa che sottoporta bisogna essere più determinati – ha ribattuto Italiano – Ardemagni ad esempio ad Ascoli è entrato in tutte le azioni che hanno determinato il risultato. Giochiamo con tre attaccanti ma le occasioni le hanno avute tutti finora, dobbiamo essere più cinici”.

Se la prestazione dell'attaccante ha determinato la sconfitta, un altro ex come Iemmello con l'esultanza provocatoria sotto la Curva Ferrovia dopo il pareggio di sabato scorso ha fatto finire sotto accusa la squadra per l'assenza di carattere e cattiveria. “Volevamo a vincere a tutti i costi – ha spiegato – stavamo soffrendo contro una squadra importante e il gol subito ci ha fatto cascare il mondo addosso. I ragazzi sono giovani e mi sento di perdonarli, non si sono accorti che l'avversario stava tenendo un comportamento non bello nei confronti dei nostri tifosi. Mora sotto questo profilo martedì ha dato ottimi segnali reagendo nelle difficoltà e se inizia “il più vecchio” sono convinto che riuscirà a trascinare anche gli altri. Basta una scintilla per far venir le tante qualità di questi ragazzi”.

Per quanto riguarda la squadra il mister ha annunciato alcuni cambiamenti nell'undici iniziale visto che si giocherà la terza partita i otto giorni con Federico Ricci recuperabile nonostante la botta subita martedì sera. “Ci sarà qualche novità, ho fiducia in tutti e ognuno può dimostrare il proprio valore. Ragusa e Bidaoui non hanno ancora i novanta minuti nelle gambe ma stanno crescendo, potranno darci tanto. Delano? E' coinvolto e partecipe ma ha grossi margini di miglioramento, è il primo a voler incidere maggiormente anche in zona gol e cambiare le sorti delle partite”.

Match quello di dopodomani che metterà l'allenatore davanti al suo passato recentissimo: “Insieme a molti di quei giocatori ho scritto una pagina importante ma il mio unico pensiero domenica sarà quello di vincere la partita. Si affronteranno due squadre che attraversano un momento delicato e dovremo dar battaglia fin dal primo minuto, giocheremo davanti al nostro pubblico e cercheremo di sfruttare questo vantaggio dando il massimo”.

Tifosi che dopo la sconfitta marchigiana hanno fatto sentire la loro voce nei confronti della dirigenza e della squadra. “Ad Ascoli mi sono scusato in primis nei confronti di chi ci aveva seguito - ha ammesso il mister – e la loro vicinanza anche in un momento difficile deve essere per noi uno stimolo per fare bene. Il nostro pubblico si sta comportando in modo esemplare, in nessuna occasione i tifosi hanno mai smesso di incitarci. Ai miei ragazzi ho detto che non devono entrare in campo con le gambe molli o la paura di sbagliare, il supporto della nostra gente deve essere un motivo in più per sfoderare prestazioni migliori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News