Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Settembre - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Testa giusta e giocare a calcio, in ballo punti pesanti"

Spezia impegnato domani sera contro un Livorno già retrocesso, mister Italiano non vuole cali di tensione: "Adesso ogni partita è difficile e non ha senso fare pronostici".

Assenze pesanti
"Testa giusta e giocare a calcio, in ballo punti pesanti"

La Spezia - Domani sera al Picchi di Livorno arriva uno Spezia intenzionato a centrare un altro successo dopo la sostanziosa vittoria casalinga contro il Cosenza. Da un lato le Aquile desiderose di macinare punti per restare ai piani alti e far di tutto per giocarsi il salto di categoria, dall'altro i labronici già condannati alla retrocessione dalla matematica, ma che è lecito non attendersi remissivi, vuoi perché perdere non piace a nessuno, vuoi perché, soprattutto, quello tra bianchi e amaranto è storicamente un derby sentito e infuocato, indipendentemente dalle distanze di classifica. “Ho rivisto la partita col Cosenza, abbiamo messo in campo il giusto atteggiamento – reagendo bene alle due sconfitte di fila -, tutto il contrario di quanto abbiamo fatto vedere a Frosinone, circostanza in cui, è vero, va dato merito anche all'avversario. E con massima concentrazione dobbiamo affrontare l'impegno di domani sera a Livorno”. Così mister Vincenzo Italiano alla vigilia del Monday Night, che vedrà lo Spezia fare a meno, tra i tanti, delle due punte di peso Galabinov e Nzola.

Per il mister è fondamentale l'atteggiamento mentale, ma non manca una chiara indicazione tecnica e tattica. “Dobbiamo giocare bene, giocare a calcio, perché abbiamo visto che quando non lo facciamo non vinciamo mai”. Impossibile attendersi questo o quel risultato, dall'Ardenza come dagli altri campi: “Siamo a cinque giornate dalla fine, vietato avere cali di tensione, ora i punti pesano e dobbiamo farli a tutti i costi. Tutte le partite sono difficili ed è impossibile fare pronostici, può saltare fuori qualsiasi risultato. Non pensiamo agli altri, pensiamo a noi: quando non lo facciamo diventiamo una squadra normale e facciamo fatica con chiunque”. Insomma, testa a Livorno. E solo dopo il fischio finale, sperando di avere i tre punti in tasca, sarà lecito guardare gli altri tabellini, come quello di Crotone-Pordenone, seconda e terza della classe, immediatamente sopra lo Spezia, quarto, rispettivamente con 5 e 2 punti di vantaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News