Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Novembre - ore 11.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Sulla strada giusta, punti figli della prestazione"

Vincenzo Italiano e lo Spezia si portano a casa punti e lodi dalla trasferta di Benevento. "Noi vogliamo uscire con la testa alta da ogni campo e fare punti. Ma prima pensare alla prestazione"

seconda vittoria
"Sulla strada giusta, punti figli della prestazione"

La Spezia - “Per tanti aspetti siamo ancora in ritardo: ragazzi fuori condizione, chi viene dall'estero e deve capire il nuovo calcio, un nuovo Paese. Ma se le risposte sono queste, vuol dire che siamo sulla strada giusta. Venivamo da prestazioni da cui potevamo ricavare di più, ma dico sempre che la fiducia e l'entusiasmo non devono mancare. Oggi non abbiamo subito, ci siamo comportati bene e la vittoria credo sia meritata”. Vincenzo Italiano a Sky si gode i complimenti per una vittoria larga e importante sul campo di una diretta avversaria come il Benevento. Oggi la serie A scopre qualcosa di più dello Spezia, una squadra che non ha intenzione di passare senza provarci.
“Il nostro intento non è solamente quello di cercare di non subire. Siamo nuovi in categoria e non vogliamo entrare in campo e farci prendere a pallonate. Quando siamo in possesso vogliamo creare, mandare qualche uomo in are di rigore come le mezzali e le punte. I traversoni che facciamo hanno bisogno di qualcuno che vada a concludere. Pobega? E' un giovane che ha fatto vedere di avere un futuro importante. Se migliora nella gestione della palla, nel non regalare il pallone agli avversari, sa arrivare in area con i tempi giusti. Ci deve credere”.
Il tocco dell'allenatore è evidente. “Io ho avuto tanti maestri, che mi hanno lasciato qualcosa. Chi per accorgimenti tattici, chi per un discorso motivazionale, ho ricevuto tanto. Da calciatore ero un play, mi piaceva giostrare lì in mezzo e questo sistema di gioco l'ho fatto mio perché è quello con cui mi sono divertito di più. Dico sempre ai ragazzi che con il coraggio si possono ottenere grandi risultati. Tutti ci davano come spacciati, tutti ci davano come vittima sacrificale. Noi vogliamo uscire con la testa alta da ogni campo e fare punti. Ma prima pensare alla prestazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News