Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 21.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Stadio privato dopo una progettazione partecipata"

CDS ha chiesto ai candidati sindaco il loro punto di vista sullo stadio cittadino, che oggi non potrebbe ospitare la serie A. Massimo Lombardi, Spezia Bene Comune: "Non ha senso usare soldi pubblici per il rifacimento. Trasparenza negli appalti".

`Stadio privato dopo una progettazione partecipata`

La Spezia - Lo stadio "Alberto "Picco" e i candidati sindaco. In vista delle elezioni di giugno 2017, CDS ha posto alcuni quesiti agli aspiranti primi cittadini in merito allo stadio del calcio. Il vecchio "Picco" è argomento dibattuto in città da decenni, ma oggi la questione degli impianti del calcio è un tema di peso europeo che non interroga solo architetti e urbanisti, ma gli stessi club, le leghe professionistiche, le federazioni e ovviamente la politica.
Lo Spezia Calcio vive uno dei momenti più alti della propria storia, sfiora la promozione in serie A da tre anni consecutivi e gioca in uno stadio che, oggi come oggi, non avrebbe i requisiti per ospitare partite della massima serie. Proviamo ad anticipare il problema parlando direttamente a coloro i quali potrebbero avere - i tifosi si augurano già da giugno - la questione sul proprio tavolo.

Massimo Lombardi, storico tifoso aquilotto, da avvocato si è spesso occupato dei temi legati alla vita da stadio. E' candidato sindaco per la lista Spezia Bene Comune. "Quando si parla di Spezia calcio tutti dobbiamo fare un passo indietro e non strumentalizzare il tema a fini meramente politici, imparando dai tifosi che con la manifestazione Speziafest hanno dimostrato quanto la maglia bianca unisca una città intera".

Stadio privato. "Non credo abbia oggi senso spendere denaro pubblico per il rifacimento dello stadio. Credo che bi­sognerebbe sedersi ad un tavolo con la proprietà per trovare quelle soluzioni che il modello di uno stadio privato oggi permette. Bisognere­bbe comunque consentire alla città di av­ere un impianto in grado di ospitare la massima serie, a par­tire non solo da cap­ienza e sicurezza ma affrontando anche il problema parcheggi e viabilità".
Un progetto partecipato. "Le solu­zioni si possono tro­vare attraverso un percorso di democrazia partecipata che veda protagonisti i cittadini spezzini ed in particolare il popolo del Picco. Nel rispetto e nella trasparenza per ciò che concerne l'appaltistica, il diritto dei lavoratori e l'impatto ambientale".
Concessione lunga unica via. "Ritengo che la st­rada della concessio­ne lunga rappresenti­, non solo per la cit­tà ma anche per chi vuole investire sul nostro territorio per migliorarne la vi­vibilità per tutti noi l'opportunità più corretta e soprattu­tto percorribile. Qu­esto credo valga non solo per lo stadio ma per tutte quelle aree che una volta dismesse devono, per il bene comune, esse­re riqualificate. Nell'area Enel ritengo che quello previsto dal PUC vada salvaguardato, ossia attività non inquinanti e non impattanti, ma soprattutto parchi e spazi verdi, dopo le opportune bonifiche".
La società è un valora aggiunto. "Ho visto lo Spezia giocare in serie D ed ovviamente sarei felicissimo di vede­re al Picco la serie A. Detto questo rib­adisco che il proble­ma stadio nel suo co­mplesso (non solo tribuna) vada affront­ato con la società. Abbiamo la fortuna di avere una proprietà forte che sta face­ndo bene, ritengo la stessa un valore ag­giunto e credo che il problema vada aff­rontato con loro".
Valutazione costi/benefici. "Spendere soldi pubbl­ici, per qualsiasi opera o motivo, credo meriti più rispetto di quanto siamo abi­tuati a vedere. Una corretta valutazione del rapporto costi/benefici sarà ovviamente alla base, qualora diven­tassi sindaco, di qu­alsiasi decisione di spesa del denaro pu­bblico, eventuali op­ere per lo stadio co­mprese, attraverso percorsi di democrazia partecipata".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure