Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Giugno - ore 11.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Spezia penalizzato? Uno scenario molto estremo"

L'avvocato Rondini, esperto di diritto sportivo, offre un quadro del 'caso Okereke'. "Se la Procura da torto alle ricorrenti, la storia finisce lì. Se da torto allo Spezia, arriva lo 0-3, il giocatore rischia la sospensione e i tempi si allungano".

il quadro
"Spezia penalizzato? Uno scenario molto estremo"

La Spezia - E' diventato il comma 8 dell'articolo 17 del Codice di giustizia sportiva lo spauracchio dei tifosi dello Spezia Calcio. Quello che prevede un punto di penalità per ogni partita disputata da David Okereke in stagione e che potrebbe scattare nel caso in cui il tesseramento dell'attaccante nigeriano risultasse irregolare. Un'ipotesi che l'avvocato Eduardo Chiacchio, che difende il club nel doppio ricorso presentato da Livorno e Benevento, ritiene remota. E che potrebbe essere chiamata in causa solo al verificarsi di determinate condizioni e dopo un certo numero di passaggi. Con tempi difficilmente compatibili con quelli del campionato di serie B.
"Alla società che fa partecipare a gare calciatori ai quali, per effetto di irregolarità imputabile alla stessa società, la FIGC abbia successivamente revocato il tesseramento, è applicata la penalizzazione di un punto in classifica per ciascuna gara cui abbiano partecipato i predetti calciatori". Questo il testo che chiude l'articolo 17 della sezione che riguarda le sanzioni. Un passaggio da leggere con attenzione, che un occhio come quello dell'avvocato Francesco Rondini, rappresentante dell'Associazione iItaliana avvocati dello sport, può aiutare a leggere.

Il comma parla di 'irregolarità imputabile alla stessa società'. Cosa significa?
"Intanto diciamo che si tratta dello scenario più estremo. Per applicarlo non basta dichiarare l'illegittimità del tesseramento del giocatore, ma si deve dimostrare anche la malafede dello Spezia, ovvero che i dirigenti erano a conoscenza dello status del calciatore e che hanno proceduto al tesseramento lo stesso. Peraltro una condizione di questo tipo ritengo si potrebbe provare solo in sede di procura ordinaria più che con il lavoro della Procura federale".

Un'ipotesi che mal si sposa con il fatto che il calciatore avrebbe firmato un'autocertificazione in cui sosteneva non fosse mai stato tesserato in patria
"Si dovrebbe dimostrare che Okereke sia stato spinto a fare un'autocertificazione falsa proprio dallo Spezia per poter entrare nella casistica dell'articolo 17 comma 8, a mio parere. E ripeto: credo che ci voglia a questo punto la Procura della Spezia, quindi il processo ordinario, per dimostrare l'eventuale dolo in questo senso. Va ricordato che in questo caso ci sono per adesso state dichiarazioni spontanee degli indagati, non siamo neanche arrivati all'eventuale rinvio a giudizio. I tempi della Procura federale invece sono molto più stretti, perché deve fare tutto entro fine agosto e possibilmente molto prima".

Se la giustizia sportiva aspetta quella ordinaria, il dilatamento dei tempi è pressoché certo a questo punto.
"Io sono ottimista che tutto si possa risolvere in breve tempo. Non credo si arrivi a vivere un'altra estate di fuoco come quelle viste in passato. D'altra parte non è necessariamente detto che le conclusioni di una debbano coincidere con quelle dell'altra. Si possono avere esiti diversi perché si vanno a valutare aspetti diversi".

Si attende adesso la pronuncia della Procura federale per capire la direzione che prenderà questa vicenda sul lato sportivo. Quali sono gli scenari?
"Io credo che se il primo giudizio darà torto alle ricorrenti Livorno e Benevento, queste non andranno neanche a chiedere l'appello che a quel punto servirebbe solo a dilatare i tempi. D'altra parte se la Procura federale, che ha interpellato nel frattempo l'ufficio tesseramenti, dichiara regolare la posizione di Okereke, per cambiare le carte in tavola in sede di appello servirebbero nuovi documenti. Tutto potrebbe finire dunque lì, con l'omologazione dei due risultati sospesi".

Nel caso invece fosse lo Spezia Calcio ad avere torto in prima istanza?
"A questo punto si aprirebbero due fronti. Il primo è quello del giudice sportivo che, recepito il parere della Procura, darebbe lo 0-3 a tavolino a favore di Livorno e Benevento. Contestualmente sarebbe il Tribunale federale a muoversi con un procedimento. In questo caso si discuterebbe della revoca del tesseramento di Okereke, che sarebbe dunque impossibilitato a giocare, e dell'eventuale penalizzazione per lo Spezia di cui sopra. Chiaramente mi aspetto che lo Spezia vada in appello dove tutto può essere ribaltato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News