Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Marzo - ore 16.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Sirene dalla A per i nostri, ma li abbiamo trattenuti”

Il mercato in entrata è già stato raccontato, quello in uscita invece è stato spento sul nascere. Angelozzi: “Okereke, Bidaoui, Ricci, Augello e Galabinov: lo Spezia ha la forza di dire no oggi”.

NON SOLO OKEREKE
“Sirene dalla A per i nostri, ma li abbiamo trattenuti”

La Spezia - “Alessandro Ligi è un giocatore che abbiamo valutato a fondo. C’erano tanti profili, ma serviva un persona seria come Giani. Alessandro è un professionista esemplare e un uomo per bene. La sua carriera parla per lui. In più è mancino e proprio questo ci serviva. Ha avuto un’esperienza con Marino in passato: siamo andati sul sicuro. Prestito con diritto di riscatto, vediamo se si conquisterà sul campo il futuro”. Guido Angelozzi presenta così l’ultimo arrivato in casa Spezia. Un difensore centrale che sarà probabilmente gettato nella mischia già domani contro la Cremonese. La rosa è ampia e valida, ma in difesa in questo momento ci sono sia Capradossi che Erlic ai box.

Si chiude dunque il mercato con poche operazioni, ma mirate. “Non volevamo stravolgere la squadra - elenca il direttore generale - Da Cruz è stato l’attaccante che cercavamo, è arrivato presto e da quel momento il mercato era chiuso per noi. Poi c’è stata la richiesta di andare via da parte di alcuni calciatori, in particolare Nicolas Giani che ringrazio per l’impegno e la professionalità che ha sempre dimostrato. Ha ricevuto un’offerta importante, noi non volevamo in questo momento rinnovare i contratti in scadenza per gli ultratrentenni e così è nata la cessione. Ci siamo guardati attorno e abbiamo trovato in Ligi, un po’ più giovane e mancino come Giani, la giusta soluzione”.

Alcuni giovani che avevano giocato di meno avranno modo di mettersi in mostra in serie C. “Bastoni ha chiesto di andare a giocare e lo abbiamo accontentato, va in prestito secco a Novara così come Gudjohnsen a Ravenna avrà la possibilità di esprimersi nei prossimi mesi. Lì teniamo sott’occhi ovviamente. Brero invece è un caso particolare. Era andato al Monza a inizio stagione, ma essendo cambiata la società lui è stato messo fuori. Lo volevano altre squadre di C, ma avendo fatto già tre trasferimenti non poteva più andare a giocare. Si allenerà con noi e si aggregherà alla Primavera da fuoriquota. Rischiava di rimanere fermo”.

Angelozzi conferma la fiducia nel gruppo che tanto bene sta facendo, sia tra i titolari che tra chi è chiamato a dare qualcosa meno spesso. “Credo nella squadra che abbiamo, non era facile migliorare questa rosa - conclude - Dovevo anzi stare attento che non arrivassero club più grandi e mettessero gli occhi sui nostri. Devo ringraziare la società che mi ha permesso di dire no a club importanti di serie A. Se parlo di Okereke? Di lui, ma anche di Augello, Ricci e pure Galabinov e Bidaoui. Il Sassuolo ha pensato di riportare a casa Pierini. Ma lo Spezia ha la forza di trattenere i suoi migliori se lo vuole. Personalmente sono orgoglioso dei nostri ragazzi. Anzi, dei vostri perché sono patrimonio di tutti i tifosi”.

Andrea Bonatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News