Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Luglio - ore 18.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Siamo ancora arrabbiati, il Picco ci darà una mano”

Gallo pronto al trittico che deve rimettere in marcia lo Spezia. “Giocano i giovani, non ho scelta ma crediamo in loro. La squadra ha reagito alla sconfitta. L’allenamento cancellato? Non c’è nessun giallo”.

“Siamo ancora arrabbiati, il Picco ci darà una mano”

La Spezia - La settimana più lunga da quando è allenatore dello Spezia precede quella più corta. Per Fabio Gallo non potrà che essere così con tre partite in sette giorni in cui il tecnico aquilotto si gioca punti importanti per il campionato e per rinsaldare la propria posizione. “Le due partite di Cesena e Terni ci potevano portare qualche punto e oggi far guardare la classifica in maniera diversa. Ma sono andate così e adesso dobbiamo cercare i punti altrove”, dice a fine conferenza. La sconfitta di Terni è stata dura da digerire. “C’è l’arrabbiatura ancora in circolo. Dopo una prestazione a due facce torniamo a giocare davanti ai nostri tifosi e dobbiamo cercare in ogni modo di fare il massimo per portare a casa i tre punti”.

Partiamo dalle certezze: tocca ancora a Saloni. Gli ha detto qualcosa di particolare?
“Niente di particolare. Thomas ha fatto una partita più che sufficiente, c’è stato un errore che è di tutto il reparto, ma ha parato quello che doveva parare. Ritengo debba essere motivato per sfruttare tutte le occasioni che avrà. I giovani ci danno affidamento, hanno pregi e difetti come tutti ma possono recitare una parte importante in questo campionato. Gli manca l’esperienza, in questo momento non abbiamo alternative e quindi andiamo avanti con i nostri ragazzi, consapevoli che possono compiere errori e mettere in mostra i loro pregi”.

Il modulo: tornerà al 3-5-2 di partenza?
“In settimana abbiamo lavorato anche con il 4-3-1-2. Nell’ultima partita ci siamo rimessi con la difesa a tre quando eravamo in difficoltà e abbiamo sofferto ancora. Le partite a volte hanno storie diverse al loro interno. L’avversario e l’aspetto mentale può modificarne l’inerzia. I ragazzi sanno cosa devono fare in entrambi i sistemi di gioco. Mi prendo ancora del tempo prima di decidere”.

Come sta Alberto Gilardino?
“Sta un po’ meglio. Sono due settimane e mezzo in cui si allena con grande intensità. Non è ancora al massimo per quelli che sono i suoi standard e lo vedo meglio. Non è pronto per giocare dal primo minuto”.

Ha lavorato sulla testa dei suoi giocatori perché non rimanessero scorie?
“La settimana è una cosa e la partita è un’altra. Mentalmente la squadra è stata abbastanza libera da preoccupazioni e ha lavorato molto bene. Il mio obiettivo in questi momenti in cui i risultati non ci danno conforto è di motivarli e fare in modo che siano il più sereno possibile. In modo che affrontino tutte le partite al massimo. Ma a parte il lunedì la squadra ha reagito subito pensando solo a lavorare”.

In settimana ha deciso di cancellare il doppio del martedì. Le teorie in merito si sono sprecate...
“La squadra aveva lavorato molto bene al mattino e avevo già in testa di togliere questo allenamento perché avevamo caricato molto prima di Terni e prima di Cesena. Abbiamo dato più qualità al lavoro tenendo i ragazzi il meno possibile in campo. Ma martedì mattina è stato quasi un doppio per la durata e l’intensità. E’ stato preso con piacere dai ragazzi, gliel’ho comunicato solo a fine mattinata. Non c’è nessun giallo. A volte ci sono situazioni che percepisci e ti comporti di conseguenza. Ma non c’è mistero”.

Senza Terzi e Lopez contemporaneamente, preoccupato?
“Sono assenze importanti perché li avevo sempre schiariti. Ma ho una rosa ampia in difesa e non avrò problemi a trovare uomini da mettere in campo. Chi giocherà sarà pronto a sostituirlo. Capelli per esempio ha fatto molto bene contro il Bari”.

Augello: è arrivato il suo momento?
“Molto probabile. E’ un ragazzo che viene dalla Lega Pro e dall’inizio ha pagato lo scotto fisico e del ritmo, ma dopo un primo periodo di difficoltà sta lavorando molto bene”.

Cosa si aspetta dal Perugia?
“Hanno lavorato a porte chiuse e non abbiamo alcuna informazione. La cosa che è più importante è che i ragazzi sappiano affrontare qualsiasi sistema di gioco. Cercheremo di neutralizzare il gioco di Giunti che per adesso non ha mai cambiato e non credo che cambierà proprio adesso”.

La squadra ha bisogno di certezze e il “Picco” per adesso lo è.
“E’ così. Giocare nel nostro stadio è sempre stato e sarà sempre un motivo di traino per lo Spezia. Anche domani sarà così, non ho il minimo dubbio. Dobbiamo essere pronti a cavalcare il loro entusiasmo con una prestazione importante”.

In settimana non sono mancati i “mugugni”. C’è qualcosa che si è detto che non le è piaciuto.
“Ci sono cose che non ti aspetti ovviamente. E’ il mio ruolo, è il mio lavoro. L’allenatore è attaccabile in qualsiasi momento, anche quando le cose vanno bene. Io penso solo a fare il meglio per la mia squadra perché questo è il meglio per me. Ci sono cose che non mi sono piaciute ma io rimango corretto e leale in tutto quello che faccio. Potrò sbagliare, accetto le critiche e continuo a fare il massimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate? L'estate non è tale senza sgabei, ravioli e orchestre? O ne fate tranquillamente a meno?































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News