Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 04 Giugno - ore 22.07

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Se continuiamo così, ci sarà ancora da divertirsi”

Italiano alla ripresa: “Un’incognita per tutti. Galabinov da aspettare, Nzola sta bene. Il Cittadella spinge, serve la stessa prova fatta contro la Salernitana”.

si torna al picco
“Se continuiamo così, ci sarà ancora da divertirsi”

La Spezia - “La ripresa è un’incognita per tutte le squadre. Per alcune arriva a fagiolo, per altre interrompe magari un periodo positivo. Noi eravamo in un periodo positivo ma lo abbiamo usato per portare avanti qualche ragazzo che era in ritardo e limare qualche particolare. Sappiamo che avremo di fronte una squadra forte, ma giochiamo in casa e dobbiamo sfruttare questo fattore”. Vincenzo Italiano è un sognatore e chi gli sta vicino dice che anche quest’anno il tecnico ha un sogno. Arrivare nei playoff e poi giocarsela, come successo l’anno scorso con il Trapani.
“Ogni tanto penso a quando andava tutto storto - dice in conferenza - Abbiamo passato delle brutte giornate e non voglio viverle più. Dopo Pescara abbiamo avuto una crescita costante, perdiamo poco da tante settimane. Se questo andamento continuerà penso ci sia ancora tanto da potersi divertire. Siamo tutte lì, in pochi punti ci sono tante squadre. Nulla è precluso. Nessuno è spacciato e nessuno può sentirsi tranquillo. Spingiamo forte e pensiamo positivo. Noi siamo giovani e dobbiamo imparare a rimanere concentrati, cercare la prestazione e di riproporre quello che facciamo in settimana”.

Il Cittadella. “Loro sono sempre molto intensi, ti mettono pressione in ogni zona del campo. Quel modo di interpretare le gare va avanti da tantissimi anni. Penso avremo le stesse difficoltà dell’andata. Bisognerà stare attenti al modo in cui attaccano la profondità e proporre ciò che stiamo riuscendo a fare vedere in casa oggi. Se vogliamo un risultato positivo, non possiamo non metterci lo spirito visto contro la Salernitana. Se non avessimo spunto tutti a cento all’ora non sarebbe andata così. Abbiamo chiuso bene e dobbiamo cercare di ripartire con il piede giusto”.
Gli attaccanti. “Galabinov si è aggregato in settimana, ha fatto quattro allenamenti. Lo dovremo aspettare, ora ha superato il problema al ginocchio ma deve ancora ritrovare la condizione. Nzola sta bene ma è fermo da più tempo degli altri. L’unico problema è fargli conoscere i compagni e portarlo subito in sintonia con il resto del gruppo. Fisicamente sta bene, abbiamo il vantaggio di conoscerlo tecnicamente e che lui conosce ciò che voglio. L’apprendimento sarà molto più veloce”

Le scelte. “Ho grande abbondanza. Quando un allenatore ha tanti dubbi, perde ore di sonno per fare le scelte, allora vuol dire che va tutto bene. La prossima sarà la prima partita in cui dovrò mandare qualcuno in tribuna, una decisione che non mi fa piacere prendere. Quando si è tutti uniti si deve accettare la tribuna e la panchina, anche un minutaggio scarso. Se iniziano i mugugni ci si allena male e di conseguenza aumentano le difficoltà in partita”.
Il club ci fa star bene. “Qui è tutto fatto in funzione di far star bene i calciatori. Per quanto riguarda ciò che io ho vissuto si è tutti sereni. Non so cosa sia successo in passato, io penso che qui si stia lavorando bene. Abbiamo aggiustato una situazione brutta, voglio solo pensare allo Spezia e a cosa dobbiamo fare in campo.

Qui un ambiente sereno. “Quando le cose non vanno nel verso giusto, anche in piazze blasonate escono voci. Nel momento peggiore sono arrivati attacchi al direttore, all’allenatore e alla proprietà. Lo scopo di una società è mandare in campo giocatori e tecnici il sabato in campo sereni, permettendogli di lavorare al massimo. E questo dipende a sua volta da cosa fai in campo. Quando si vince, vince tutta la società. Io non ho mai dovuto discutere con nessuno qui alla Spezia. Ho un rapporto schietto e onestà con i dirigenti e la società ci fa sentire la sua presenza”.

Andrea Bonatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY


















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News