Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Recuperiamo un rapporto con la proprietà Spezia"

CDS ha chiesto ai candidati sindaco il loro punto di vista sullo stadio cittadino, che oggi non potrebbe ospitare la serie A. Parla Lorenzo Forcieri: "Volpi trattato con superficialità in passato. La serie A un'occasione per tutta la città".

PAROLA AI CANDIDATI SINDACO
`Recuperiamo un rapporto con la proprietà Spezia`

La Spezia - Lo stadio "Alberto "Picco" e i candidati sindaco. In vista delle elezioni di giugno 2017, CDS ha posto alcuni quesiti agli aspiranti primi cittadini in merito allo stadio del calcio. Il vecchio "Picco" è argomento dibattuto in città da decenni, ma oggi la questione degli impianti del calcio è un tema di peso europeo che non interroga solo architetti e urbanisti, ma gli stessi club, le leghe professionistiche, le federazioni e ovviamente la politica.
Lo Spezia Calcio vive uno dei momenti più alti della propria storia, sfiora la promozione in serie A da tre anni consecutivi e gioca in uno stadio che, oggi come oggi, non avrebbe i requisiti per ospitare partite della massima serie. Proviamo ad anticipare il problema parlando direttamente a coloro i quali potrebbero avere - i tifosi si augurano già da giugno - la questione sul proprio tavolo.

Parla Lorenzo Forcieri, un habitué del "Picco", candidato a sindaco con due liste a supporto.

Il modello Udine. "Considerata la difficoltà di reperire finanziamenti pubblici, la soluzione privata probabilmente sarebbe la soluzione ideale, però per renderla attuabile bisogna creare i presupposti giusti con l’investitore di riferimento. Ogni imprenditore deve vedere un ritorno dell’investimento per poter essere incentivato, ma dal punto di vista del Comune, l’eventuale vantaggio di non sobbarcarsi le spese di manutenzione dello stadio non può che essere un obiettivo, così come hanno già fatto altrove, ad esempio Udine, dove il Comune, con la cessione all’Udinese, risparmia circa un milione di euro all’anno".
Curva e tribuna. "Opere necessarie sarebbero innanzitutto la copertura della curva per offrire maggiore confort agli spettatori, nonché garantire una maggior acustica e far sentire in campo l’urlo del Picco. Penso poi al rifacimento della copertura della tribuna affinchè vi sia un miglioramento della visibilità".
Sì a concessione lunga al club. "E' un metodo che durante i miei anni in Autorità Portuale ho utilizzato e devo dire che ha portato i suoi frutti. Penso sia poi di fondamentale importanza ricostruire un rapporto con la proprietà dello Spezia Calcio. Negli anni passati c’è stata infatti una gestione discutibile. Il patron Volpi è una risorsa molto importante sia per lo Spezia che per l’intera città, probabilmente nel recente passato chi ha governato la città non lo ha capito, trattando spesso con superficialità e reticenza gli argomenti legati allo Spezia Calcio".
Esempio è il "Ferdeghini". "Credo che quanto fatto nella zona del “Bruno Ferdeghini” dalla società aquilotta sia sotto gli occhi di tutti, un biglietto da visita eccezionale per una città dove la carenza di strutture sportive di qualità è cronica. Credo pertanto sarebbe davvero stupido ritrovarci in un futuro fatto di rimpianti".
Enel? No, il fascino del Picco. "Per quanto riguarda invece la questione ENEL, penso che il problema più importante sia migliorare la viabilità e l’accesso ai parcheggi: tutto ciò potrebbe essere risolto ridefinendo un patto con la Marina. Il fascino del “Picco”, con la sua storia fatta di uomini e sacrifici, è qualcosa di impagabile, un punto di riferimento per chi ama le maglie bianche e pensare di portarlo altrove è davvero difficile, anche se la porta resta comunque aperta a progetti intelligenti, che vadano incontro alle esigenze dei tifosi e della società, sempre nel rispetto della storia del club".
Serie A occasione per tutta la città. "Di sicuro, una volta conquistata la promozione, sarà fondamentale sedersi al tavolo con lo Spezia senza perdere tempo, comprenderne le necessità e mettersi subito all’opera, perché la massima serie è un’occasione che tutta la città deve poter sfruttare al meglio, un palcoscenico dove non solo il club, ma tutto il territorio deve essere protagonista".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure