Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Recuperare e ripartire può essere la chiave giusta per noi”

Gallo guida i suoi a Sassuolo. “Un banco di prova importantissimo. Sotto le big ci sono loro, ma dovranno faticare per batterci. Chi perde palla deve essere il primo a provare a recuperarla”.

“Recuperare e ripartire può essere la chiave giusta per noi”

La Spezia - Sarà il primo test probante per lo Spezia di Fabio Gallo. La Reggiana, è vero, rimane squadra di alta fascia per la Lega Pro, ma il Sassuolo è una delle grandi realtà del calcio italiano da qualche anno e ha vinto cinque su cinque partite in precampionato. Mercoledì scorso tre reti alla Cremonese, parigrado dello Spezia, che dicono molto della forza della squadra di Cristian Bucchi. “Una squadra importante, di serie A, con giocatori di grande qualità. Per noi sarà un banco di prova importantissimo, lo affrontiamo con la serenità che è giusto che ci sia. Faremo il massimo, consapevoli di avere di fronte un avversario forte. Abbiamo lavorato bene, può darsi che farò qualche cambiamento per valutare situazioni nuove. Anche da questa partita trarrò valutazioni”.

Soddisfatto della partita contro la Reggiana?
“Non mi è piaciuto l’approccio. I ritmi erano bassi, ma probabilmente il caldo ha influito moltissimo. Nella ripresa abbiamo accelerato, giocato a calcio con un’idea. L’anno scorso con il Como perdemmo 3-0 contro il Frosinone perché si vedeva che era più forte, ma noi avevamo giocato di più. Insomma, abbiamo ancora grandissimi margini di miglioramento”.

Qualche infortunato che torna?
“Abbiamo Maggiore ancora da recuperare. Potrebbe tornare con noi la prossima settimana. Juande si è allenato con noi, i nazionali sono rientrati in buone condizioni e quindi la rosa è pressoché completa”.

Chi gioca a sinistra?
“Augello”.

Lo Spezia va a Sassuolo con quale spirito?
“Ho parlato chiaro alla squadra: non mi sentirete mai dire che dobbiamo pareggiare. Noi dobbiamo fare la nostra partita, poi lo svolgimento ci dirà che comportamento tenere. Soprattutto in questo momento il gap è molto più basso, per noi come lo era per la Reggiana. Perderemo? Forse, ma devono fare fatica a batterci. La qualificazione sarebbe qualcosa di straordinario perché loro hanno una struttura importante da anni. Soltanto le coppe europee li hanno danneggiati”.

Tatticamente cosa si aspetta?
“Loro obiettivo è fare arrivare palla agli esterni. Dovremo cercare di farli giocare il meno possibile in quella zona, consapevoli che la partita la faranno loro. Nei recuperi trovi una squadra molto aperta e lì bisogna trovare la strada più corta per andare in porta, come diceva Mondonico”.

Questa è un po’ la sua idea in generale, non solo per sabato.
“Secondo me l’aspetto che è emerso sabato scorso è stata la voglia di recuperare palla e rilanciare. L’input che io do e che i giocatori hanno in testa è che chi perde palla deve essere il primo a recuperarla. E’ un segnale da dare a tutti: aggressivi perché è la maniera più giusta per andare a fare gol”.

A livello fisico è soddisfatto dei progressi del gruppo?
“La squadra sta incrementando la condizione giorno dopo giorno e di questo ringrazio la Primavera perché gli sto rubando giornate di allenamento per chiamarli in causa e avere un minutaggio totale per chi gioca meno negli impegni ufficiali. La preparazione va avanti per migliorare in modo crescente fino all’inizio del campionato”.

Come sta Piccolo? Sembrava ai margini e invece oggi potrebbe rimanere.
“Piccolo sta bene. Potrebbe essere lui uno dei cambi che ho detto prima perché sa lavorare tra le linee. Anche con un passaggio in più, ma magari può aiutarci ad arrivare al crosso. Forte e Granoche hanno fatto una buona partita, nonostante il secondo avesse il torcicollo”.

Walter Lopez, sarà lui il prossimo esterno dello Spezia. Che ne pensa?
“Lopez è un giocatore che stiamo monitorando. L’idea nostra dall’inizio è di non farci trovare impreparati. Abbiamo visto tanti giocatori, lui lo abbiamo seguito dal giorno in cui abbiamo firmato il contratto perché l’idea che Migliore potesse uscire c’era già allora. E’ uno da Picco per caratteristiche. Magari ha meno fase offensiva di Francesco, ma ha carisma e grinta. Uno di quelli che si farà sentire e la gente apprezzerà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure