Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Novembre - ore 19.59

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Puoi sbagliare qualche giovane, non i senatori"

Ecco Andrissi, nuovo direttore sportivo aquilotto. "Parlerò con tutti per capire le loro motivazioni. Vogliamo un unico atteggiamento in casa e fuori, per fare innamorare i tifosi".

`Puoi sbagliare qualche giovane, non i senatori`

La Spezia - “Lo Spezia sarà un giusto mix tra i giovani del vivaio spezzino, quelli che arriveranno in prestito dai club di serie A, innestato su un'intelaiatura di over che darà struttura alla squadra. Nelle mani di Fabio Gallo, che sono contento di ritrovare in quest'avventura. Nel suo calcio trovo i concetti che sviluppava da giocatore: visione di gioco e fame”. L'abstract del pensiero di Gianluca Andrissi è tutto in queste righe. A un professore dell'università di Milano, che ogni lunedì mattina sarà in ateneo per insegnare e nel pomeriggio tornerà a Follo per seguire gli allenamenti - “non me ne perdo mai neanche uno” - il compito di disegnare un nuovo Spezia.
Quanto nuovo? Dipenderà dai senatori. “C'è già un organico importante, bisognerà portare avanti una serie di colloqui individuali, fare un'analisi attenta delle situazioni di partenza e poi inserire dei nuovi elementi. Dobbiamo innanzitutto capire quali dei giocatori sotto contratto vogliono fare parte del progetto Spezia e con quali motivazioni. Puoi sbagliare qualche giovane, ma non puoi sbagliare i vecchi”. Non necessariamente una rivoluzione insomma, ma saranno i prossimi giorni a dire quanti vorranno far parte di uno Spezia che vuole diventare una realtà duratura del calcio che conta. Rinunciare a qualcosa oggi e magari guadagnarsi qualcos'altro negli anni a venire.

Il disegno è chiaro: chi oggi prende uno stipendio alto dovrà accettare di rinegoziare, spalmando magari lo stipendio su più stagioni. Lo Spezia, che è andato incontro a tanti tesserati in questi anni, oggi chiede loro di fare altrettanto. In alternativa è pronto a perdere anche alcuni dei giocatori più rappresentativi e cercare sul mercato gli eventuali over per rimpiazzarlo. “Credo che questo club non abbia nulla da invidiare a tanti club di serie A. Ma per ambire a certi traguardi importanti bisogna esser prima di tutto azienda. Ieri abbiamo fatto una cena con il presidente, l'ad e il vicepresidente: devo parlare molto anche con l'allenatore. Voglio capire le idee, anche sul sistema di gioco. Se parti male, poi diventa difficile trovare la via maestra. E parlerò con i senatori e con i loro procuratori, perché per prassi voglio un contatto umano. Devo capire anche le loro aspettative”.
Sui giovani, Andrissi vanta una conoscenza capillare dei migliori vivai italiani. Suo compito sarà andare a individuare quelli pronti ad esplodere. “Stiamo valutando diversi profili, chiaro che devono essere giocatori che possano avere una collocazione importante. Sono anni che prendo giovani dalle primavere, e so per esperienza che tutti vanno incontro a diverse difficoltà appena arrivati tra i professionisti. Abbiamo canali con tutti i grandi club e rispetto al passato non devo neanche più convincere un giocatore a venire a giocare qua, perché lavorare qua è un sogno per tutti”.

Sullo stile di gioco, sul modo di stare in campo, le idee sono chiare. “Noi vogliamo sempre ottenere il massimo. La cosa che mi piace di Fabio Gallo è che la gara la vuole vincere in ogni condizione, anche in trasferta. Non puoi attaccare sempre, ma quando lo fai devi essere deciso a finalizzare. Questo è importante come messaggio. In casa o fuori casa, avremo sempre lo stesso atteggiamento e timore di nessuno. Giocheremo la nostra partita e... cercheremo di far innamorare i tifosi“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure