Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Giugno - ore 17.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Nessuna dietrologia, da oggi esiste solo il Perugia"

Guido Angelozzi ammonisce la piazza: "Teniamo lontani i sentimenti negativi. Abbiamo fiducia nel sistema e siamo contraccambiati. Grazie ai cinquanta del Marulla, ora riempiamo il Picco".

appello del dg
"Nessuna dietrologia, da oggi esiste solo il Perugia"

La Spezia - "Dobbiamo crescere, anche come ambiente". Chi gli sta vicino glielo sente dire spesso. L'aver visto la serie A e l'Europa, aver camminato la strada del calcio dalla Sicilia al profondo Nord hanno insegnato a Guido Angelozzi anche a fare il debunker. Impegnato a scardinare le dietrologie del giorno dopo, che spuntano quasi a comando quando avviene una serata storta come quella di Cosenza. L'espulsione severa di Mora da parte dell'arbitro Piscopo ha rimesso in moto gli annunciatori del complotto, pronti a giurare sulla manovra segreta per tenere gli aquilotti dai play-off o a bollare il club come passivo e arrendevole di fronte ai torti.

Un carico di negatività che appesantisce l'ambiente nei giorni che portano alla partita fondamentale contro il Perugia, diretta inseguitrice. "Gli errori li fanno tutti, a partire da Angelozzi e passando per i giocatori. E bisogna accettarli, pensando sempre in positivo e tenendo lontane le dietrologie. L'amarezza dura una sera, il giorno dopo si guarda già avanti", dice il direttore generale. E' a pranzo con Piero Doronzo, segretario generale del club, e con un vecchio amico: Giampiero Ventura. Ma qualche minuto per fare il punto lo sottrae ai suoi commensali. C'è chi oggi si lamenterebbe in pubblica piazza. Angelozzi no. "Io in un giorno così dico che lo Spezia ha grande fiducia nel sistema e che pensiamo di essere ricambiati - dice - Non dobbiamo coltivare sentimenti che ci distolgano dal nostro percorso. Ieri sera ho fatto i complimenti alla squadra, che ha fatto una partita gagliarda. Anche in dieci abbiamo rischiato di pareggiare, la prestazione mi fa tenere lontano ogni scoramento. Ci sono tanti ragazzi interessanti, chi ha reso di meno in questa stagione lo ha fatto solo per problemi fisici ma la loro qualità è evidente. Siamo una squadra in crescita, che sta bene".

Il pensiero del direttore generale va a un altro manipolo "gagliardo" che si è visto ieri al Marulla. "Voglio ringraziare quei cinquanta che ieri si sono sobbarcati un viaggio lunghissimo per venirci a sostenere - sottolinea - La prossima dedica che vogliamo fare andrà a loro. Sabato contro il Perugia dobbiamo fare una partita maschia per dimostrare che squadra siamo. E spero che anche il pubblico voglia mettere in mostra la forza della città. Avremo bisogno di un sostegno corposo, sabato dobbiamo essere tutti al Picco a tifare. Esiste solo il Perugia".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News