Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Agosto - ore 22.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Nessun caso Marilungo, sfruttiamo Granoche"

Gallo cerca la continuità in trasferta contro il Novara di Di Carlo. "Giocherà come contro il Cittadella. Contrattura per Palladino, non ci sarà. Bolzoni? Fondamentale nel nostro gioco".

"Nessun caso Marilungo, sfruttiamo Granoche"

La Spezia - Una settimana di lavoro pensando al Novara, con la convinzione che la squadra vista a Cittadella non cambierà molto rispetto alla gara di domani. A poco più di 24 ore dalla trasferta piemontese, mister Gallo si è presentato stamani nella solita conferenza stampa pre-gara. Trattati svariati temi, dagli indisponibili, al sintetico, alla condotta di squadra.

Col Venezia abbiamo visto un atteggiamento di squadra altalenante, la preoccupa?
"Può capitare un primo tempo simile, anche se la squadra è stata bravissima a reagire. Però non va bene farsi condizionare 45 minuti per un episodio, soprattutto perché la rosa non è alle prime armi in termini d'esperienza. E' stato un campanello d'allarme che si è acceso e l'abbiamo analizzato subito. La reazione, comunque, è stata tutta loro nel secondo tempo, ed è stata sinonimo di personalità e maturità".

Non è mai facile sostituire un giocatore prima del secondo tempo, forse la squadra si è ripresa in quel momento?
"Non è facile perchè è giusto dare a tutti i giocatori il tempo di dimostrare il loro valore. Chi non osa non sbaglia, sapevo che quel cambio avrebbe suscitato discorsi, ma era la cosa giusta da fare. Ho parlato con Marilungo a fine partita in maniera schietta e decisa. Lunedì ci siamo rivisti e abbiamo parlato ancora, nessun problema, nessun caso, è a disposizione. A Chiavari è stato il migliore in campo, era giusto che giocasse. Come ho detto settimana scorsa, Guido deve essere quello di Chiavari, non quello di Carpi né tanto meno quello di Venezia. Una partita storta può capitare ed è capitata. Ha fatto tantissime partite buone, deve restare sereno e lavorare".

Granoche si è finalmente sbloccato, un sospiro di sollievo?
"E' un attaccante di razza, che ha conoscenza di tutto quello che succede dentro e fuori dal campo. Dobbiamo essere bravi noi a sfruttare il fatto che si sia sbloccato".

Mastinu, un paio di partite in panchina gli hanno fatto bene?
"Mastinu l'anno scorso non giocava, quest'anno ha trovato una collocazione e si è ritagliato il suo spazio. Quando è sceso di condizione ha lasciato posto agli altri, quando l'ho richiamato si è fatto trovare pronto. Tutti devono farlo, come tutti devono pensare a lavorare al meglio. Ormai si è ambientato in B, ha qualità e deve dimostrarle in campo. Deve sfruttare tutti i suoi pregi, in primis il tiro da fuori come fatto col Venezia, altrimenti diventa un giocatore normale".

Quali sono le condizioni fisiche della squadra?
"Ammari, Gilardino e Palladino non sono convocati, quest'ultimo ha subito una contrattura negli ultimi due giorni e non è disponibile. Gli altri lo sono".

L'ex di turno è Francesco Bolzoni, quanto è importante il suo lavoro negli equilibri di squadra?
"Bolzoni per noi è fondamentale, ha caratteristiche uniche in rosa, magari non di costruzione, ma nel lavoro oscuro, nel vedere le giuste traiettorie, nel lavorare con i difensori, è una figura molto importante per noi".

Quanto è difficile preparare una partita su una squadra che ha appena cambiato allenatore? Ci si concentra su se stessi o si cerca comunque di fare una previsione su come giocheranno gli avversari e cercare un'adeguata contromossa?
"Una partita l'abbiamo vista, quella col Cittadella, e visto il risultato molto favorevole e le scelte azzeccate da parte del loro mister, pensiamo che non cambieranno molto rispetto a quella gara. Magari non abbiamo uno storico approfondito riguardante gli schemi su palla da fermo, ma la nostra squadra oramai ha un'identità e dobbiamo proseguire nel nostro percorso di crescita".

Due vittorie consecutive nel sintetico, un buon auspicio?
"Il campo è un po' diverso rispetto agli altri due, un po' più morbido e pastoso. Abbiamo avuto la possibilità di allenarci al Ferderghini per prepararci a giocare su quel tipo di terreno, abbiamo questa grande fortuna e cerchiamo sempre di sfruttarla".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News