Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Nel Parma giocatori esperti, noi proseguiamo sulla nostra strada"

Mister Italiano parla dal ritiro al quale è costretto con la squadra a causa dei contagi che si sono verificati nel corso della settimana.

Vigili del quinto turno
"Nel Parma giocatori esperti, noi proseguiamo sulla nostra strada"

La Spezia - Vincenzo Italiano affida il suo pensiero all'ufficio stampa alla vigilia di Parma - Spezia, gara valida per la quinta giornata del campionato di Serie A.
Al ‘Tardini’ la squadra di mister Italiano riparte dalla reazione di domenica contro la Fiorentina e il tecnico aquilotto esprime le sue opinioni sul momento dal ritiro al quale il gruppo è stato costretto dopo la positività di un calciatore, alcuni dipendenti e collaboratori.
“Non è stato facile per noi, abbiamo dovuto modificare il programma degli allenamenti e fare il ritiro forzato. Questa settimana anomala non deve però distrarci in vista di una partita così importante come quella di Parma. Abbiamo cercato di prepararla come sempre, cercando di rimanere concentrati. Ci dobbiamo adeguare a queste situazioni, che possono capitare”.

Lo Spezia ha fatto 4 punti, mentre il Parma ha un po' deluso. Che partita si aspetta?
“Stiamo facendo tutto il possibile per onorare il campionato, sapevamo delle difficoltà iniziali e speravamo di ottenere qualche punto per muovere la classifica. Siamo contenti della reazione nell’ultimo match dopo il doppio svantaggio contro una squadra forte. Abbiamo dimostrato di aver carattere. Andiamo ad affrontare un collettivo che negli ultimi anni ha ben figurato, con calciatori di valore che conoscono bene la categoria. Si potrebbero vedere diverse situazioni di classifica, per noi è importante non mollare e continuare su questa strada”.

Molte squadre stanno facendo i conti con le problematiche legate al Covid...
“In questo momento tutte le squadre hanno vari problemi, infortuni di qualsiasi genere, ai quali si vanno a sommare le defezioni causate dal Covid. Anche noi abbiamo Marchizza e Maggiore che non possono essere utilizzati, oltre a qualche problema in settimana che per fortuna è rientrato. Ognuno ha i suoi problemi, le sue difficoltà. Ci dobbiamo tutti adeguare”.

Il calendario vi mette di fronte a sfide importanti nel breve periodo: dopo il Parma ci sarà la Coppa Italia col Cittadella e poi la Juve...
“Tutte le gare sono complicate, bisogna fare il possibile per farle diventare meno difficili. Stiamo lavorandoci e cercando di diventare squadra. Dobbiamo lavorare sempre al massimo”.

Come valuta l'esordio di Nzola dello scorso fine settimana?
“Nzola è un ragazzo che entra facilmente in condizione. E’ arrivato in ritardo, si era allenato da solo, ma lavorare individualmente non è mai facile. Mbala fa presto a mettere minuti nelle gambe e sono contento di come è entrato contro la Fiorentina e di quello che ha dato alla squadra e delle situazioni che ha creato. Per noi è un’arma in più che, come pensavamo, può darci tanto. E in più è motivato: le sue doti possono solo aiutare lo Spezia”.

Lo Spezia detiene un piccolo record, quello dei 26 giocatori utilizzati in queste prime quattro giornate...
“Il fatto di poter contare su tutta la rosa è una costante che va avanti ormai dallo scorso anno. E’ una gestione che ci sta dando soddisfazioni. Non c’è nessun tipo di preclusione, durante la settimana tutti sanno quello che devono fare e vengono preparati per farsi trovare pronti. Siamo contenti delle risposte e siamo fiduciosi per il futuro, la serenità e il rispetto devono rimanere tali, solo così si ottengono dei risultati”.

Quali soluzioni potrebbero essere adottate per finire in sicurezza la stagione?
“Noi siamo convinti di avere ragazzi intelligenti, sanno che in questo momento bisognerà fare dei sacrifici e limitare al massimo i rapporti con l’esterno perché siamo tutti in pericolo. Cercheremo di fare tutto ciò che richiede il protocollo e i nostri dottori, sperando di non avere problemi da qui alla fine”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News