Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Marzo - ore 21.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Lo Spezia gioca un gran calcio, volevamo fare un’altra partita”

Il tecnico del Venezia si tiene il punto ma non può esaltare la sua squadra.

ANALISI ONESTA
“Lo Spezia gioca un gran calcio, volevamo fare un’altra partita”

La Spezia - “Complimenti allo Spezia perché gioca un gran calcio. Avevamo preparato una partita differente ma non ci è riuscito assolutamente nulla. Bisogna considerare che ci sono gli avversari e che possono essere più bravi di te. Avevamo fatto discretamente all’inizio, la bravura di questa squadra è stata di restare in partita anche nella sofferenza”. Ricomincia con un punto in trasferta il campionato di Walter Zenga alla guida del Venezia. Schiacciata dallo Spezia, la sua squadra si è chiusa e ha resistito trovando poi anche un vantaggio a dir poco inatteso. “Bruscagin ha preso un calcio al polpaccio e l’ho dovuto sostituire, volevo fare altri cambi fino a quel punto. Abbiamo portato a casa un punto che per il percorso della salvezza è importante. Mi avrebbe piaciuto portare via un punto creando di più e giocando un po’ meglio. Non sempre si può avere tutto dalla vita”.
I complimenti ai padroni di casa sono sinceri. “Il potenziale dello Spezia è di categoria superiore, contando che manca anche Galabinov. Bidaoui ci ha messo in difficoltà perché non raddoppiavamo e non scalavamo bene. Ma non posso pretendere da Zennaro, che è un 2000, qualcosa che gli arriverà se crescerà. In Italia basta una partita a ben fatta e si parla di Juventus...”.
Il Venezia è un work in progress? “Io sono contrario al mercato aperto con le partite in corso. Non capisco come si possa giocare con il mercato ancora attivo. A noi sono arrivati due giocatori giovani, Rossi e Lombardi, che non scendevano in campo da tanto ma che ci potranno dare entusiasmo. Se mi aspetto qualcosa? Devo fare i conti con i numeri. La mia filosofia è sfruttare al massimo quello che ho. Se arriverà qualcuno sicuramente sarò più contento”. Infine, nessun caso Litteri. “Mi è sempre piaciuto, io sono arrivato che era infortunato e si è infortunato di nuovo dopo quattro partite. Ora ha anche l’influenza. Non c’è scelta tecnico, c’è 38 di febbre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News