Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Febbraio - ore 23.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“La nostra intensità contro la qualità del Frosinone”

Gallo cerca conferme dopo aver messo in grande difficoltà l’Empoli. “Peccato, assaporavamo i tre punti. Loro decimati? Hanno una rosa importante, noi dovremo metterci qualcosa in più. Granoche in panchina, non so se lo utilizzerò”.

“La nostra intensità contro la qualità del Frosinone”

La Spezia - La capolista, la squadra più attesa del campionato insieme al Palermo, arriva domani al “Picco” a tastare il polso di uno Spezia in evoluzione. Il 4-3-1-2 è un abito che adesso pare indossato con comodità dalla squadra di Fabio Gallo, ma manca un risultato eclatante per sancire la cosa ufficialmente. A Empoli i tre punti sono sfuggiti per la prodezza di Pasqual, ma “La squadra ha fatto vedere lo stesso piglio che mostravamo nelle partite interne. E’ una sola partita però, noi vogliamo confermarci sia al Picco che nella prossima trasferta. Pensiamo innanzitutto al Frosinone, dovremo essere quelli che siamo abituati ad essere in casa: determinati e attenti”, dice il tecnico.

Al “Castellani” tutto ciò che era stato preparato è stato ritpoposto in campo con capacità?
“L’avevamo preparata in quel modo e ritengo che la partita, se non fosse stata per quella punizione alquanto dubbia, era finita. La realtà dei fatti è che una volta messi a cinque non abbiamo più vissuto il rischio di essere messi sotto. C’è stata quella situazione... è andata così. E’ un punto che ci da grande morale e la consapevolezza di poter affrontare tutti sotto l’aspetto dell’intensità”.

In attacco qualche assenza importante per domani. Come sta Granoche?
“Granoche ha ripreso ieri a lavorare senza palla, ha la disponibilità del dottore per poter eventualmente prenderlo in considerazione. Sono dieci giorni che non si allena, verrà in panchina e poi vedremo. Mi dispiace molto per Soleri perché il portiere dell’Empoli avrebbe meritato qualcosa di più di un cartellino giallo. Una beffa perderlo per quell’impatto”.

Il Frosinone è caduto a Novara e Perugia in campionato, ha visto quelle partite?
“Questo campionato è così per tante squadre: si fa bene in casa e meno bene fuori. Il fattore campo da certezze a tutti, il Novara contro il Frosinone ci ha messo grande temperamento e grande voglia. Questo deve essere il nostro punto di partenza. Dev’essere un obbligo riproporlo sia in casa che fuori. Loro hanno qualità straordinaria e in qualsiasi momento possono indirizzare la partita. Dovremo stare attenti anche in fase di non possesso. Mi aspetto una partita simile a quella di Empoli, perché loro giocano in maniera abbastanza simile ai toscani. Le nostre letture dovranno essere perfette”.

Il cambio di modulo ha portato un attaccante in più ma la difesa rimane blindata.
“Parto dal presupposto di avere difensori bravi. Lo dico senza bisogno di sbagliare. Il cambio di modulo è dettato dal fatto che facevamo fatica ad arrivare alla conclusione. Però il lavoro quotidiano nel reparto difensivo ci sta dando quella compattezza che una squadra deve avere per poter supportare un numero di attaccanti maggiore. La qualità dei giocatori e il lavoro poi ti portano a interpretare al meglio i compiti”.

Longo ha variato in settimana: si aspetta una sorpresa tattica dai ciociari?
“Potrebbe adattare qualche giocatore per schierare un centrocampo a tre. Ma per come conosco Longo e per come ha sempre lavorato continuerà con lo stesso modulo. Ha problemi con gli infortuni, ma li può risolvere grazie a una rosa importante. Noi dobbiamo avere qualcosa in più per portare a casa punti, anche grazie alla nostra tifoseria”.

Mastinu è in grande spolvero in queste settimane, si aspettava di vederlo così determinante?
“Beppe ad agosto venne da me a dirmi che con questo modulo (il 3-5-2, ndr) giocava un po’ esterno e un po’ mezzala e che non sapeva come l’avrei utilizzato. Gli dissi che avevo grande considerazione per lui e solo di continuare a lavorare. La mia stima umana e calcistica per lui è massima, oggi è fondamentale per noi, è libero di testa e ha voglia di mettersi in mostra. E’ arrivato in questo campionato grazie alle scelte coraggiose della dirigenza precedente, questo deve spingerlo ogni giorno a far emergere le qualità che ha”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News