Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Ottobre - ore 14.53

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Intanto la concentrazione, il resto verrà con il tempo"

Italiano sull'Udinese: "Squadra fisica che attacca la profondità". Poco tempo per allenarsi: "Non abbiamo ancora amalgama e condizione fisica, allora l'attenzione deve essere massima".

spezia in partenza
"Intanto la concentrazione, il resto verrà con il tempo"

La Spezia - "Nonostante l'aver lottato e aver tenuto in piedi la partita per sessanta minuti, il risultato ci lascia ovviamente amarezza. Ma va dato merito al Sassuolo, che in questo momento è l'avversario più tosto che potevamo incontrare perché hanno alle spalle tutto ciò che a noi manca. Ovvero allenamenti e tanto tempo per conoscersi e giocare assieme. Secondo me abbiamo anche messo in mostra tante cose buone, su cui lavorare. Vedo il bicchiere mezzo pieno, ripartiremo dal quegli aspetti che ci sono piaciuti". Con queste poche indicazioni Vincenzo Italiano guida la truppa aquilotta verso Udine per il secondo impegno in tre giorni.
Non può chiedere la luna, non può aspettarsi che una squadra ancora in costruzione abbia fatto progressi tra domenica e mercoledì dal punto di vista dell'intesa e degli automatismi. Chiede quindi maggiore concentrazione, perché sono stati gli errori propri ad aver incrinato il precario equilibrio ed essere costati cari all'esordio. "Penso che sarà una partita diversa da quella di domenica scorsa. L'Udinese ha grande fisicità, se la fai giocare è brava ad attaccare la profondità. Dovremo crescere dal punto di vista della concentrazione, perché abbiamo concesso gol evitabili alla prima uscita. Noi non vogliamo soffermarci sul fatto che siamo partiti in ritardo, ma è vero che in tempi normali ora faremmo test amichevoli e invece ci troviamo a dover affrontare direttamente avversari reali. Non abbiamo avuto a disposizione il precampionato ed è per questo che batto sul tasto dell'attenzione. Intanto serve quella, poi l'amalgama verrà con il tempo".
C'è poi da livellare la condizione fisica del gruppo, piuttosto disomogenea. Se è vero che nulla allena di più di una partita vera... "Sì, dobbiamo crescere di condizione con alcuni elementi che non si stavano allenando per tanti motivi. Tutte cose che sono venute fuori soprattutto dopo il rigore concesso al Sassuolo, che ci ha tolto un po' di certezza. Non stavamo giocando come vorremmo, ma per essere la prima di campionato ci poteva anche andare bene. Le correzioni e le strategie diverse le abbiamo già pensate e testate. Vediamo quando introdurle". Si prospettano diversi cambi proprio per sfruttare ogni energia a disposizione. "Hanno recuperato tutti bene, la cosa complicata è preparare in due allenamenti una partita di questo tipo. Peraltro uno di scarico. Per domani abbiamo deciso di salvaguardare Dell'Orco che era più affaticato, ma tornerà a disposizione già da domenica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News