Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Dobbiamo essere gli stessi sia in casa che fuori”

Gallo raccoglie tre punti che spingono lo Spezia lontano dalla zona calda. “Abbiamo fatto tanto fino a oggi e tanto ancora rimane da fare”.

“Dobbiamo essere gli stessi sia in casa che fuori”

La Spezia - “Stiamo scrivendo la nostra storia: con i giocatori, con i dirigenti e con il patron Volpi che oggi era in tribuna. Siamo stati squadra nel momento in cui dovevamo essere squadra, soffrendo e sfruttando non tutte le occasioni ma difendendoci coralmente. E’ una crescita continua e una dimostrazione di grande unità”. Fabio Gallo ottiene la seconda vittoria in trasferta e una classifica che migliora in chiave salvezza. Dentro due dei nuovi. “Abbiamo cercato giocatori funzionali alla nostra identità di squadra, ragazzi che hanno capito che dobbiamo sacrificarci. Abbiamo ottenuto qualità e sostanza, ci sono margini di miglioramento ampi dal punto di vista della condizione e della conoscenza del gruppo. Abbiamo fatto tanto fino a qui e ancora tanto possiamo fare. Penso a Maggiore che era rimasto fuori nelle ultime giornate ed è entrato alla grande. Il mio direttore sarà contentissimo dell’assist di Palladino, perché lui ama gli assist dei trequartisti”.
Lo Spezia è ancora un cantiere, anzi un cantiere che ha riaperto visto che lo spostamente di Pessina a destra ha smantellato quella mancina che aveva dato le migliori soddisfazioni fino ad oggi. “Da novembre la crescita è evidente, ma dobbiamo arrivare ad essere la stessa squadra in casa e fuori. La favola è che il Picco è il nostro fortino, sappiamo che chi verrà lì dovrà fare fatica. Abbiamo un pubblico che anche questa sera ci ha dato tanto. Pessina? Non sta patendo, ha preso un colpo dopo quindici minuti e a livello fisico non era nelle condizioni migliori. Augello si è fatto trovare pronto perché si allena al 150 per cento. Nella sua testa c’era la volontà di andare a giocare con più continuità, ma sono dell’opionione che chi arriva in serie B deve tenerla stretta questa categoria. A sinistra arriviamo sempre in ogni caso, Pessina con me ha giocato sempre a destra peraltro. Vedrete la qualità di De Francesco... la mia non è lucida follia ma un’osservazione: questi ragazzi non hanno copioni scritti a priori, devono adattarsi in base ai miei dettami. Ho questo compito spettacolare di scegliere, devono farsi trovare pronti”.
Nel finale cinque difensori dentro. “Stavo per mettere Forte perché Marilungo era arrivato, poi c’è stato l’infortunio di De Col. Ho dovuto optare per i cinque difensori. Marilungo? Gli ho fatto i complimenti perché è la miglior partita da quando è allo Spezia. Deve giocarsi la maglia come gli altri, lo sa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News