Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Ottobre - ore 18.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Dal pubblico l’aiuto per migliorare l’approccio”

Pasquale Marino chiede calore per battere la capolista. “Il Cittadella è forte, i numeri non mentono. Non concediamogli ripartenze e manteniamo il pallino del gioco”.

SI GIOCA ALLE 15
“Dal pubblico l’aiuto per migliorare l’approccio”

La Spezia - “I numeri non mentono” ha ripetuto più volte Pasquale Marino quest'oggi nella conferenza stampa pre-Cittadella, riferendosi prima al fatto di aver subito gol esclusivamente nei primi tempi, poi al fatto di ritrovarsi adesso contro una squadra che non ne ha presi affatto, fino ad oggi. Una motivazione in più per i suoi ragazzi, che ritrovano il proprio pubblico, che potrà dare una grossa mano ad evitare qualche errore di troppo nelle prima fasi di gioco. Un fenomeno, quello del cattivo approccio, visto più di una volta in questo inizio di stagione.

Cosa ha detto ai suoi giocatori dopo la sconfitta di Cremona?
“Le cose che diciamo rimangono nello spogliatoio, ma comunque non troppo diverse da quelle che ho detto a voi. Sappiamo in generale quello che abbiamo sbagliato, l'approccio in primis. Purtroppo è un fenomeno che si ripete, dobbiamo cercare di entrare nella testa dei ragazzi. Domani la gente potrà aiutarci ad entrare in partita immediatamente. I numeri non mentono. Abbiamo subito tutti i gol nei primi tempi. Dobbiamo migliorare in tal senso e ne siamo consapevoli. Potrebbe essere una questione mentale, iniziamo un po' troppo timidamente. Vorrei vedere un approccio come nella partita con la Spal. Se mi ha dato più fastidio aver subito due gol oppure non averne fatti alcuno? Un po' uno un po' l'altro. Fare bene da una parte o dall'altra di conseguenza può portare benefici in ogni punto di vista. In questo senso bisogna migliorare in entrambe le fasi”.

Al momento si sono visti due Spezia diversi, uno in casa e uno fuori...
“Gli episodi fanno cambiare le partite. Penso che gli sprazzi di gioco che si sono visti in casa si siano visti anche fuori. La traversa, l'occasione di Okereke. Sono momenti in cui può cambiare una partita e il giudizio della stessa. Adesso giocheremo con una squadra che non ha mai subito gol al momento. Dovrà essere una motivazione in più”.

Crivello ed Augello saranno protagonisti di un eterno ballottaggio per tutta la stagione. Cosa può portare uno e cosa l'altro?
“Crivello sicuramente può garantire più esperienza e qualcosa in più dal punto di vista difensivo. C'è da dire che non ha fatto la preparazione e sta stentando un pochettino. Ha bisogno più tempo e in questo senso stiamo cercando di mettergli minuti nelle gambe. Augello, invece, che al momento è sicuramente più pronto fisicamente, può dare qualcosa di più in fase di spinta”.

Cosa pensa di questo inizio di stagione di Ricci?
“Sta facendo discretamente. Mi piace più parlare del reparto in generale. Nel momento in cui stentiamo lo fanno tutti, lui compreso. Non dimentichiamoci il fatto che non ha svolto la preparazione con la squadra. Ha bisogno di mettere qualche partita in più nelle gambe, un po' come tutti. Non abbiamo problemi di regista. Abbiamo tante soluzioni, e nessun problema Ricci. Il vero grande problema è l'approccio alle partite. Bidaoui? Non sappiamo bene che autonomia abbia, però ha un passo diverso rispetto agli altri. Da questo punto di vista è pronto, non sappiamo per quanti minuti però. Lamanna? Sta abbastanza bene, però non si è ancora ripreso al meglio. Il recupero comunque procede bene”.

Qual è il segreto del Cittadella?
“Lavorare in un ambiente ricco di serenità può portarti a rendere al massimo. Sono stati sicuramente bravi nella scelta dei giocatori. Hanno la peculiarità di partire sempre molto bene. Hanno molti giocatori con passo rapido, forse il motivo è anche questo. Tanti meriti a loro, i numeri non mentono mai. Segnano e non subiscono reti. Sappiamo cosa ci aspetta e siamo preparati per affrontare questa partita. Una squadra che quando riparte ha idee chiave, e con la palla ai piedi sa cosa fare. Iori è un giocatore che detta il ritmo, giocatore di grande personalità ed esperienza. Hanno creato una certa mentalità, merito a loro”.

Lo Spezia disputerà una gara di contenimento oppure d’attacco?
“In tutto ci vuole equilibrio. Bisogna esser bravi a non concedere le ripartenza al Cittadella. Al tempo stesso dovremo essere bravi a non cedere il pallino del gioco agli avversari, perché, quando è successo nelle recenti partite, abbiamo subito molto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News