Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 22.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Curo la postura e voglio tornare a segnare”

Nello Spezia uno dei più in forma del momento è Genny Acampora. “Sfortunati con gli infortuni ma con il Venezia ci siamo espressi bene. Ora puntiamo a rimanere terzi, non sarà facile. A Cremona troveremo una squadra agguerrita”.

verso lo zini
“Curo la postura e voglio tornare a segnare”

La Spezia - Questa coda di campionato dopo la chiusura doveva essere l’occasione di mettersi in mostra per quelli che avevano giocato di meno. Certo Gennaro Acampora sta riuscendo nel compito di incidere il suo nome in questo finale di stagione. Mister Italiano lo ha visto regista davanti alla difesa e il livello delle prestazioni è andato in crescendo. Ma il centrocampista napoletano non riesce a gioirne. “Sul piano del gioco ci siamo ben espressi contro il Venezia, ma c’è grande rammarico per non aver raccolto punti. Rispetto all’anno scorso sto vivendo un periodo migliore, sto trovando spazio come altri ragazzi meno utilizzati”.

Merito del portiere avversario o frutto delle vostre mancanze?
“Sicuramente noi viviamo un periodo sfortunato dal punto di vista degli infortuni. Speriamo i Ricci, Di Gaudio, Mastinu e Galabinov tornino il prima possibile e ci diano una grossa mano. Lazzerini ha fatto delle buone parate senza dubbi, ma noi potevamo esser più cattivi là davanti”.

Come si trova nel ruolo di regista davanti alla difesa?
“L’ho fatto già sei mesi a Chiavari, non era la prima volta in assoluto. Qui allo Spezia invece è una novità. Il mister mi chiede di giocare con moderazione, senza cercare l’inserimento, perché è un ruolo più delicato essendo più vicino alla nostra porta. Devo cercare la giocata semplice e poi ogni tanto ci sta di cercare lo spazio. Ma il mister mi chiede innanzitutto di dare equilibrio alla squadra”.

Qualche suggerimento in particolare da Italiano, che in quel ruolo ha fatto tutta la sua carriera da calciatore?
“La postura del corpo è una cosa che devo cambiare. Magari da mezzala stai tra le linee e puoi rimanere con le spalle all porta, mentre da regista devi guardare subito davanti. Il tiro? Me lo chiede spesso. Purtroppo non sono ancora uscito a segnare. Spero arrivi presto”.

La trasferta di Cremona è uno scoglio non semplice da superare
“Sono tutte partite non facili quelle che ci rimangono. A Cremona loro si giocano la salvezza e saranno molto agguerriti. Noi dovremo metterci del nostro dal punto di vista dell’agonismo. Sul piano del gioco sono sicuro che sapremo dire la nostra”.

Lei è allo Spezia da tanti anni. In queste settimana vince uno dei periodi più felici forse
“Quest’anno è il mio decimo anno da giocatore dello Spezia. Anzi, ormai sono entrato nell’undicesimo. Sono arrivato da ragazzino, venivo a vedere lo Spezia giocare dagli spalti ed era un sogno poterci esserci anch’io. Ricordo l’esordio a Pisa in cui abbiamo vinto la Coppa Italia. Sono sempre tornato dopo i prestiti e ora sono qui voglioso di continuare questa storia”.

Quanto ha influito Angelozzi nella scelta di rinnovare un anno fa?
“Il direttore mi ha seguito sin da quando tornai da Milano, c’era già lui qui nel 2015 quando terminò il prestito all’Inter. Ha creduto in me sempre, lo ringrazio e spero di poter ricambiare la sua fiducia”.

A.Bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News