Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 09 Dicembre - ore 23.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Con il Livorno per prenderci quanto perso a Pisa”

Bartolomei ancora capitano, il centrocampista è sempre più punto di riferimento. “In undici l’avremmo vinta a Cosenza. I giovani sono in crescita, ora dobbiamo migliorare la classifica prima della fine dell’anno”.

"dobbiamo risalire la classifica"
“Con il Livorno per prenderci quanto perso a Pisa”

La Spezia - “In undici ero convinto che l’avremmo vinta, eravamo superiori a livello di gioco pur soffrendo qualcosa”. Per Paolo Bartolomei sono due punti persi quelli del Marulla. “Sapevamo che saremmo andati su un campo difficile, ci ricordavamo lo scorso anno. Siamo stati bravi a rimanere in partita nel primo tempo, sicuri che se fossimo rientrati con la giusta cattiveria la potevamo ribaltare. Peccato essere rimasti in dieci a venti minuti dalla fine. Noi ci siamo abbassati, loro hanno spinto ma siamo riusciti a portare a casa un punto importante. Ci sono stati molti cross e calci d’angolo, situazioni sempre difficili che siamo stati bravi a respingere con la compattezza”.

Sono punti salvezza quelli che si giocano sabato.
“Io non voglio parlare di salvezza. Voglio pensare che siamo forti e dobbiamo risalire la classifica. Sabato dobbiamo dare il cento per cento come sempre, capiamo i tifosi quanto tengano alla partita. Da parte nostra vogliamo riprenderci quello che abbiamo perso a Pisa, sarà una sfida simile. Sono punti importantissimi per la classifica e per lavorare meglio fino alla fine dell’anno”.

Il ricorso dell’anno scorso dopo il 3-0 vi è ancora indigesto?
“Sì ci aveva dato fastidio il fatto che dopo la sconfitta arrivò quel ricorso. Ma non penso al passato onestamente, giochiamo a casa nostra e la vogliamo vincere a priori”.

Come se la sente addosso la fascia di capitano?
“E’ un ruolo importante, sono contento. Normale che noi più vecchi - io, Claudio, Luca... - dobbiamo aiutare i ragazzi più giovani. Ma vedo compagni già esperti da giovani, lo hanno dimostrato anche venerdì sera. Conta l’esperienza quando sei in dieci e loro l’hanno messa in campo”.

Gudj, Erlic, Maggiore, Marchizza...
“Sì loro. A partire da Gudjohnsen che era stato impiegato poco l’anno scorso, quest’anno sta capendo tante cose. Lui come tanti altri sono ragazzi che stanno dimostrando di poter fare una carriera “

Le piace fare il regista davanti alla difesa?
“Un ruolo in cui ero già stati impiegato in quasi tutte le squadre in cui sono stato nella mia carriera. Sei sempre nel centro del gioco e tocchi tanti palloni, mi piace. Ora siamo un po’ più corti in mezzo e noi veterani dobbiamo adattarci”.

La classifica ancora non vi premia, ma il peggio sembra alle spalle. Ha questa sensazione?
“La prima parte di campionato abbiamo faticato perché avevamo idee diverse. Non solo sfortuna, ma di certo non ci girava molto bene. Ora abbiamo dimostrato che siamo una squadra più compatta. La classifica non è bellissima ma sono sicuro che ne usciremo da questa situazione. Ci esprimiamo molto bene”.

Cosa teme soprattutto del Livorno rinnovato dal duo Breda-Filippini?
“La prima può perder con l’ultima in questo campionato. Io non temo nulla, penso solo che devi sempre scendere in campo con la convinzione che so che lo Spezia riesce a metterci sin dall’inizio. Se lasci ala partita in bilico invece può succedere qualsiasi cosa fino all'ultimo minuto. Dobbiamo partire forte e fargli capire che noi vogliamo vincerla e basta”.

Un campionato equilibrato come in poche annate
“Pensare che con due vittorie puoi andare nei playoff è una cosa che ti tiene sulla corda. Secondo me è un bel campionato da seguire quest’anno. All’inizio c’è girato male anche questo: perdere punti contro Perugia e Benevento all’ultimo. I sanniti sono loro là davanti anche per questo, sono continui e sono una delle squadre più esperte del campionato”.

Cosa si aspetta arrivi dal mercato per rinforzare il gruppo?
“Sono cose su cui non voglio esprimermi perché non mi riguardano. Il direttore è molto bravo e se c’è da fare qualcosa a gennaio lo farà. Ora noi pensiamo solo ad arrivare in una buona posizione di classifica e poi in base a quello sarà la società a prendere le sue decisioni”.

Suo fratello ha esordito da titolare contro la Fezzanese. L’ha chiamata?
“Era molto contento per la prima da titolare. La sera prima ci siamo sentiti, ho cercato di dargli qualche buon consiglio. E’ partito bene e hanno vinto subito. Domenica in dieci minuti l’hanno ribaltata. Vediamo quello che gli prospetta il futuro”.

A.Bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News