Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Giugno - ore 09.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Con Marino parleremo, faremo due cessioni al massimo”

“L’unica indispensabile è la proprietà”, dice Angelozzi guardando al futuro. “Okereke e Augello sono pronti per la serie A, se arrivano offerte le valuteremo. Ma non smantelleremo il gruppo. Prima però il nodo allenatore”.

La promessa
“Con Marino parleremo, faremo due cessioni al massimo”

La Spezia - “La prossima settimana incontro Marino e ci parliamo. Gli esporrò i miei programmi, credo sia stato un valore aggiunto e spero che rimanga con noi. Dalla prossima settimana stiliamo un programma”. Oggi è la notizia che tutta la piazza vorrebbe avere: Angelozzi rimane e con lui Marino. Il primo ha già la testa al 19/20, il secondo farà un passo in Sicilia nei prossimi giorni e starà in famiglia. Poi ci sarà un incontro che potrebbe essere risolutivo. “Quando uno sta bene in un posto e vuole rimanere, le cose sono più facili. L’unica indispensabile è la proprietà, lo Spezia va avanti lo stesso se non ci sono Marino o Angelozzi. Anch’io avrei altre proposte, magari potrei guadagnare di più. Ma qui mi sento Guido Angelozzi”.

Le basi teoriche della prossima stagione ci sono già e passano dalla cessione di almeno uno o due elementi. Giocatori i cui ricavi serviranno per costruire il gruppo di domani. “C’erano tante squadre di un buon livello a seguire i nostri ragazzi ieri: Bologna, Sassuolo, Milan, Inter, Napoli, Southampton e Nizza tra le altre. Per noi è un orgoglio che tante società vengano a vedere questi ragazzi. Vuol dire che c’è stato un lavoro di mister e staff che è riconosciuto. Sicuramente non tutti i giocatori potremo trattenere. Qualcuno, per esigenze di bilancio, dovremo vendere. Se trovano offerte importanti le valuteremo. Almeno uno o due giocatori dovremo cederli, ma la struttura rimane e cercheremo di rinnovarla”.

David Okereke e Tommaso Augello sono gli indiziati. “Augello può ambire a giocare in serie A, ne ha le qualità tecniche e umane. Lui e Okereke sono cresciuti in una maniera esponenziale. Di lui si diceva che non segnava a inizio anno. L’anno scorso aveva fatto tre presenze in sei mesi... abbiamo fatto un grande lavoro per recuperare lui, Maggiore e Vignali. Sono ragazzi che vengono dalla cantera, li avevamo persi e ora sono di nuovo dello Spezia. Questo è stato un lavoro strepitoso. Gyasi ieri sera ha sbagliato dei gol, ma viene da una stagione importante. Si può ancora migliorare, qualcosa ho sbagliato anch’io”, ammette il direttore generale.
“Oggi per me Augello e Okereke sono pronti per la serie A: l’anno prossimo dico Vignali e Maggiore, che si stanno avvicinando. Maggiore è partito in ritardo perché aveva una situazione di contratto un po’ particolare. In tanti lo hanno cercato, ma loro sono voluti rimanere. In tanti cercano oggi Okereke. Poi un conto è cercare e l’altra è una trattativa. Ne abbiamo portate avanti due a gennaio, in questo momento non ce ne sono. Noi dobbiamo vendere uno o due giocatori: che sia Okereke, Augello, Galabinov o altri... di certo non smonteremo la squadra. Oggi non so dire chi va via”.

Il prezzo di Okereke è lievitato durante tutta la stagione. Si parla di una cifra di diversi milioni di euro anche se, come ricorda lo stesso Angelozzi: “E’ il mercato che fa il prezzo. Credo che Okereke debba fare una crescita giusta per diventare un giocatore importante. A gennaio potevamo venderlo, ma mi ero impegnato che non l’avrei venduto. Però vi invito a ragionare: anche con Okereke non siamo andati in serie A però. Il Cittadella ti dimostra che puoi cambiare tanti giocatori e fare bene. Non stiamo smantellando, rimarrà l’ossatura, questo è certo. Ma uno come Okereke che magari ha un’offerta importante, come fai a tenerlo? Come puoi tenere un giocatore se gli offrono uno stipendio che è dieci volte quello che prende qua? Perché sono queste le cifre che gli vengono proposte oggi”.

A.Bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News