Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 16.44

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Ci esprimiamo bene, ma ora vogliamo i punti”

Fabio Gallo affronta la delicata trasferta di Vercelli con la rosa al completo. “Contento di avere scelta, ma la Pro Vercelli ha qualità e gamba. Il patron parla di serie A? Ma noi dobbiamo passare dalla salvezza”.

“Ci esprimiamo bene, ma ora vogliamo i punti”

La Spezia - “Abbiamo parlato delle nostre difficoltà storiche fuori casa. Abbiamo un’altra possibilità di provare a vincere, consapevoli delle insidie di un campionato livellato che non ti da la possibilità di abbassare la guardia. Noi ci esprimiamo, abbiamo carattere e grinta ma per adesso non è bastato per avere un cammino più continuo fuori casa. Sta a noi dare il cambio di rotta”. E le chance sono quasi finite, almeno per il 2017. Lo Spezia di Fabio Gallo affronta una trasferta delicata, di quelle in cui i punti valgono doppio. La buona notizia è che in rosa c’è ampia scelta, finalmente. Più o meno.

Juande ancora ko.
“Juande non è fortunatissimo in questo momento ma contiamo di averlo al massimo alla ripresa nel 2018. Per il resto tutti bene a parte Masi che ha avuto una piccola distorsione a una caviglia e non sarà tra i convocati”.

La Pro Vercelli è una squadra che ha raccolto meno di quanto seminato.
“Hanno buone individualità, gamba, forza e idea di gioco. La classifica non li premia ma è così schiacciata che una singola partita determina sei o sette posizioni. Poi si gioca sul sintetico, un sintetico differente dagli altri. Stanno bene e sono in salute, contro il Venezia hanno fatto una buonissima prestazione”.

Ammari continua ad essere una bella sorpresa.
“E’ stata una scelta ponderata, pensavamo potesse darci una mano e così sarà ancora. L’effetto novità magari va scemando ed entrano delle dinamiche diverse. Ma sta lavorando molto bene ed è un’arma in più”.

Lo Spezia segna tanto nel finale di partita. Perché?
“La determinazione nel giocare fino in fondo è una nostra caratteristica. L’avrete notato, io lo so perché li alleno. Mettiamo sempre grande intensità in settimana, poi i momenti di calo ci saranno per tutti. Ritengo che lavorare ad alta intensità ci permettere di rimanere in partita fino in fondo”.

In attacco ci sono sei giocatori per due posti.
“Ho la possibilità di scegliere tra tanti giocatori bravi. Chiaro che Gilardino e Marilungo hanno uno storico importante, ma lo stesso si può dire di Granoche e Forte. Soleri ha dieci anni in meno, ma si farà e ha grande talento. Stanno tutti bene e questo mi dà grande serenità”.

Il patron Volpi è tornato a parlare di serie A, anche se non in questa stagione.
“Il patron non ha mai nascosto le sue ambizioni, ed è logico per un uomo ambizioso. Sappiamo qual è il nostro obiettivo. In tanti parlano dello Spezia, ma noi sappiamo come è nata questa stagione e come è proseguita, con tutte le problematiche che abbiamo avuto. Dobbiamo passare dalla salvezza, non sarà semplice soprattutto con una classifica di questo tipo. Nessuno può stare sereno. Fa piacere che il patron pensi in grande ma noi pensiamo a salvarci”.

Due partite per raccogliere fuori casa quello che per adesso vi è sempre sfuggito.
“I punti fuori casa ci mancano, avessimo avuto qualche punticino in più... soprattutto nelle ultime gare, senza pensare a Cesena o Terni. Le ultime prove sono state convincenti, a Empoli e Brescia due prodezze ci hanno tolto punti. A Cremona sappiamo com’è andata. Qualche punto fuori casa ci avrebbe fatto pensare di raggiungere la salvezza in maniera diversa. Ma ancora tutto può cambiare, non bastano due punti in più per farti sentire tranquillo”.

Quattro portieri per tre posti tra i convocati. Come si regolerà?
“E’ un problema che io non ho. I portieri sono tutti e tre in lista, tutti possono venire in panchina e uno giocherà. La mia scelta è dettata dalle necessità. Non c’è nessun caso Bassi. La scelta del portiere in panchina deriva dal fatto che Di Gennaro ha un certo storico, Manfredini si è lussato un dito e Bassi si è rotto una mano. Devo pensare a qualsiasi evenienza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News