Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 01 Ottobre - ore 17.06

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ci davano per morti. Ora vogliamo fare la storia"

Mister Italiano a caldo: "Ragazzi straordinari, concesso zero al Chievo".

Gioia e qualche sassolino
"Ci davano per morti. Ora vogliamo fare la storia"

La Spezia - “Io le vacanze di solito le faccio a fine giugno o inizio luglio, ad agosto non mi piacciono. Così ho detto ai ragazzi che resto volentieri al lavoro ancora un po' di giorni”. Mister Italiano stempera la tensione con una battuta ai microfoni di DAZN nel post partita di Spezia-Chievo 3 a 1, successo che porta le aquile in finale playoff. “I ragazzi sono stati straordinari – ha aggiunto il mister -, ci siamo detti che per vincere bisognava concedere zero ed essere concreti su ogni palla negli ultimi sedici metri. Dovevamo fare come il Chievo all'andata, li abbiamo imitati. Abbiamo messo dentro dal primo minuto Gyasi, Nzola e Galabinov per riempire l'area e ci siamo riusciti. Partita straordinaria, concedere zero in un match dei playoff è un grande merito”.

Il mister ha parlato di “un gruppo che si è cementato quando eravamo nei bassifondi della classifica. Poi siamo venuti fuori con una cavalcata strepitosa, ora dobbiamo recuperare le energie per completare un'annata fantastica. Galabinov arrabbiato per la sostituzione? Bene, significa che non ha più problemi”. Un pensiero al post Chievo-Spezia: “Non mi sono piaciuti alcuni commenti, tutti ci davano per morti, spacciati. E non puoi mettere 3 e mezzo o 4 in pagella ai giocatori, i ragazzi queste cose le vanno a vedere, poi è difficile che diano il massimo. Sono cose che complicano il lavoro dell'allenatore. Non voglio fare polemica, ma a volte bisogna pensarci bene a quello che si scrive”.

Pensiero all'avversaria che sarà: “Pordenone e Frosinone sono squadre una più forte dell'altra, la prima compatta, corre tutta la partita, concede poco, l'altra ricca di elementi di qualità che possono vincere la gara in ogni momento. Dobbiamo prepararla bene e giocarla al massimo della concentrazione. Farcela sarebbe un'impresa che fa restare nella storia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News