Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 15 Ottobre - ore 15.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Bidaoui affaticato, ma ho altre ali con la gamba giusta”

E’ il momento di scoprire lo Spezia di Pasquale Marino contro una formazione rodata come il Venezia. “Migliora l’intesa, si vede qualche giocata. Ci fa piacere l’entusiasmo della piazza, i veri valori usciranno dopo due mesi”.

domani l'esordio
“Bidaoui affaticato, ma ho altre ali con la gamba giusta”

La Spezia - “Sì, quando inizi con una squadra nuova non mancano mai le emozioni”. Strano sentirlo dire a Pasquale Marino che di campionati di A e B ne ha fatti più di una dozzina e ha visto anche l’Europa. Eppure è così, l’attesa non è solo dei tifosi che sono tornati a fare la fila ai botteghini dopo gli ultimi colpi di mercato. Subito un impegno complicatissimo contro il rodato Venezia americano, che l’anno scorso interpretò subito alla grande la categoria da neopromossa e si giocò la promozione fino alla semifinale play-off.

Galabinov-Okereke-Bidaoui provati in settimana. C’è la possibilità di di vederli assieme?
“Galabinov è disponibile perché si è sempre allenato con la squadra, mentre Bidaoui non è tra i convocati perché l’ho visto affaticato in questi giorni. Acampora non è disponibile mentre De Francesco si è allenato una sola volta ma è del gruppo. Ci sono sugli esterni giocatori che stanno bene, penso a Pierini, Gyasi e Okereke. Per Bidaoui spero di averlo già alla prossima partita, in quel ruolo servono ricambi di buon livello perché si spende tanto a livello fisico. Galabinov è un terminale offensivo importante, speriamo entri in forma presto”.

Sarà subito uno Spezia d’attacco contro un Venezia molto solido?
“Come squadra noi andiamo sempre a cercare i tre punti, dobbiamo essere sempre propositivi perché se giochi in partenza già in maniera rinunciataria prima o poi un errore ti punisce. Il Venezia ha un assetto molto simile a quello dello scorso anno, con una batteria importante di attaccanti che dobbiamo tenere il più lontano possibile dalla nostra area. Non è detto che la continuità di modulo porti a vedere la stessa squadra in campo. Magari questo Venezia sarà più aggressivo rispetto a quello di un anno fa. Di certo partono per dare continuità al bellissimo campionato che hanno fatto la scorsa stagione”.

A che punto è l’intesa? In tanti sono partita e in tanti sono arrivati
“Loro sono più avanti di noi perché per esempio i cinque dietro, e non solo loro, giocano assieme da parecchio tempo. Hanno cambiato poco, hanno un’intesa maggiore. Ma noi siamo a buon punto, ho visto progressi negli ultimi 15 giorni e nella partita con la Spal abbiamo raggiunto un buon equilibrio. Qualche giocata già si vede, credo che la strada intrapresa sia quella che vogliamo tracciare”.

Come vede Maggiore? Lo ritiene uno tra i papabili?
“Sapendo che doveva andare via ho chiesto dei giocatori per sostituirlo. Sono arrivati Bartolomei e Crimi, ma spero che adesso la situazione si normalizzi. Ci fa piacere se ha entusiasmo di rimanere, di trovare un punto di incontro con la società. In un campionato lungo, con tanti turni infrasettimanali, si ha bisogno di tutti. Normale che lui è un giocatore dello Spezia e mi auguro che sistemi la sua situazione contrattuale. Ha fatto un ritiro con la testa altrove, questo è certo”.

Crivello può essere titolare? Bastoni l’ha usato come jolly ma per quale ruolo entra in concorrenza?
“Il suo ruolo è centrocampista, ma in quel reparto ce ne sono tanti. L’ho fatto giocare nei tre davanti e da terzino, si è sempre applicato. Durante la settimana provo tante cose, non è detto che se faccio una cosa al mercoledì sia un indizio di formazione. Crivello invece ha avuto due o tre giorni di pausa per l’influenza, ha bisogno di qualche setttimana per essere al top”.

I tifosi credono nei play-off, questo dice il sondaggio di Città della Spezia. Per le chi sono le favorite?
“Ci fa piacere che ci sia entusiasmo, almeno un po’ di più rispetto all’inizio. La squadra completata è piaciuta si vede. Parlare di favoriti per un certo tipo di classifica è presto, sulla carta credo che Verona, Crotone, Palermo e Benevento abbiano qualcosa in più rispetto alle altre. Certamente l’organico ai 19 restringe la forbice tra play-off e play-out. E’ un campionato molto più difficile, noi siamo attrezzati per fare bene ma solo il campo dirà dove potremo arrivare. Per avere un’idea più chiara servono almeno due mesi quando tutte raggiungeranno un discreto livello fisico”.

Totò Di Natale potrebbe essere un suo collaboratore...
“Si deve ancora incontrare con la proprietà. E’ certamente stato un attaccante importante e potrebbe dare un grande aiuto ai nostri per far migliorare i giocatori che abbiamo in organico”.

In attacco a sinistra chi crede si adatti meglio tra le ali?
“Per Okereke è indifferente, Gyasi lo stesso. Pierini preferisce stare a sinistra e lo stesso Bidaoui l’ho visto giocare spesso a sinistra, ma non cambia più di tanto il rendimento di questi ragazzi che hanno tutti la gamba giusta per stare sugli esterni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News