Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Ottobre - ore 14.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Augello voleva andare via, si è fatto trovare pronto"

L'ex diesse Gianluca Andrissi elogia il terzino: "Ha grandi margini di crescita, non so fin dove possa arrivare. Okereke? E' cresciuto molto a Cosenza come Gyasi a Bolzano".

Il retroscena
"Augello voleva andare via, si è fatto trovare pronto"

La Spezia - Un centro sportivo tutto nuovo con cinque campi, una club house, i sogni promozione, l'Airone Caracciolo. La Feralpisalò del presidente Giuseppe Pasini è la società di Lega Pro in cui lavorare in questo momento, per solidità finanziaria e per progettualità nelle strutture e nel settore sportivo. Qui si è insediato Gianluca Andrissi dopo l'addio allo Spezia. Ieri la prima vittoria stagionale contro il Teramo, ma un occhio al risultato della sua ex squadra non manca mai. "Sono rimasto molto legato a tutti, è stata un'esperienza enorme. E' una maglia che ti entra dentro: in B tifo solo lo Spezia".

La rivoluzione targata Angelozzi ha cancellato buona parte della rosa che a sua volta aveva costruito in tempi di tagli al budget. Rimangono quei 3,6 milioni di euro risparmiati rispetto all'ultimo anno di Pietro Fusco. Rimane, tra le sue intuizioni, quella di Tommaso Augello sempre più protagonista sulla fascia sinistra. "E' un ragazzo eccezionale, di una serietà encomiabile - lo racconta l'ex diesse - E' in continua crescita, con questo grande dominio di palla e una corsa inarrestabile. Quando lo presi lo seguivo già da anni, sin dai tempi della serie D con il Pontisola. Lo dico sempre ai miei collaboratori: i giocatori bravi ci sono, anche nelle categorie più basse".

E pensare che il mancino a gennaio 2018 aveva pensato di cambiare aria. Aveva messo assieme due sole presenze per un centinaio di minuti in campo. "Sì, voleva tornare in serie C per giocare. Gli ho ricordato che l'avevo scelto perché in lui vedevo un giovane con voglia di crescere, fare un passo indietro non sarebbe andato in questo senso. Era giusto stare alle spalle di un calciatore esperto come Lopez, imparare un po' di mestiere da lui e farsi trovare ponto. Mi pare che ci sia riuscito. Valuto sempre prima l'uomo del calciatore, e lui da questo punto di vista non fa difetto".

Non a caso avrebbe voluto averlo con sé anche quest'anno a Salò, lui come Giani. Okereke invece con la serie C ha fatto i conti a Cosenza in una metà campionato e ora si sta imponendo anche in cadetteria. "Fu bravo il suo procuratore Patrick Bastianelli a optare per Cosenza, capendo che il ragazzo aveva bisogno di gli schemi, di tagliare il cordone ombelicale con la Spezia. All'Inter mi hanno sempre insegnato il valore dei prestiti, di mandare via i ragazzo con l'elastico. Vale anche per Gyasi che ha fatto bene all'Alto Adige, vale per Proia al Bassano. Complimenti ad Angelozzi e Marino per come hanno creduto e fatto esprimere questi ragazzi, spero che lo Spezia si levi tante soddisfazioni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News