Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 09 Dicembre - ore 23.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Arriverà il momento in cui segneremo con più facilità”

L’islandese Gudjohnsen reduce dalla nazionale: “Sto crescendo tanto. In ritiro ero sovrappeso? E’ vero, ho sbagliato e me ne prendo ogni responsabilità”.

a tu per tu
“Arriverà il momento in cui segneremo con più facilità”

La Spezia - Adottato dalla piazza, perfino invocato in tempi di poca dimestichezza con il gol. Nonostante la giovane età e i pochi minuti con la maglia bianca, Sveinn Aaron Gudjohnsen è già un personaggio tra i più riconosciuti dai tifosi. Domenica contro il Frosinone ci sono ottime possibilità toccherà a lui provare a fare lo sgambetto alla squadra di Nesta.

A Pisa un sconfitta incredibile, come l’avete metabolizzata a livello mentale?
“C’era grande scoramento. Rimontarla sull’1-0 per loro è stata una grande dimostrazione di carattere. Poi perderla così nel finale è stato doloroso”.

Italia-Islanda, un altro impegno complicato
“Ogni partita di quel gruppo è molto difficile. L’Italia ha tanta qualità, ma avremo potuto segnare per primi nel primo tempo. Siamo stati sfortunati”.

Che sensazione è quella di indossare la maglia dell’Islanda. Una tradizione di famiglia per i Gudjohnsen
“Un onore assoluto. Era uno dei miei obiettivi quello di poter rappresentare la mia nazionale in carriera”.

Quanto sei cresciuto da quando sei in Italia e cosa ti ha insegnato questo Paese fino ad oggi?
“Mentalmente, fisicamente e tecnicamente: credo di avere fatto progressi sotto ogni aspetto. Sono molto migliorato in questo periodo. Vivere qui è davvero molto diverso rispetto all’Islanda. Il modo in cui gestite le cose è tutta un’altra cosa. Per me è stato anche la prima volta in cui sono andato a vivere da solo”.

In estate non sei arrivato nelle migliori condizioni fisiche al ritiro
“E’ vero. Fisicamente sono in una forma molto migliore. Ho sbagliato e me ne prendo tutte le responsabilità”.

Il gruppo cresce e così il tuo impiego
“La squadra cresce tutta assieme di mese in mese. Dipende dal mister decidere chi gioc, ho le stesse chance di qualsiasi mio compagno. Che venga schierato dal primo minuto o a partita in corso io cercherò sempre di farmi trovare pronto”.

Il tuo gol a Pescara è stato festeggiato da tutta la squadra
“Volevamo fare punti e trovarli così è stato fantastico. La reazione sarebbe stata la stessa chiunque avesse segnato. Siamo davvero un bel gruppo e vogliamo fare tutti bene”.

Gyasi è stato messo un po’ sulla graticola per quel gol sbagliato a Pisa, ma è tutta la stagione che concretizzate meno di quanto create
“Un episodio. Lui lavora per la squadra e crea occasioni per tutta la squadra. Noi ci proponiamo spesso in avanti e arriverà il momento in cui riusciremo a finalizzare al meglio ciò che creiamo”.

Andrea Bonatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News