Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 12.18

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Welfare, le cooperative chiedono una promessa al prossimo sindaco spezzino

Alleanza delle cooperative ha lanciato l'appello nel corso del convegno "Cooperando per migliorare il presente costruendo il futuro". Il pendolarismo sanitario, gli appalti e i servizi territoriali nel mirino.

Welfare, le cooperative chiedono una promessa al prossimo sindaco spezzino

La Spezia - Un appello per la convocazione di un tavolo con la presenza della Regione, della Asl, dei sindacati e del mondo cooperativo. Lo ha rivolto questa mattina ai candidati sindaco della Spezia, Poalo Garbini, responsabile della sezione provinciale di Legacoop, in rappresentanza di Alleanza delle cooperative nel corso del convegno "Cooperando per migliorare il presente costruendo il futuro" che si è svolto questa mattina nella Sala Marmori della Camera di commercio spezzina.
In platea erano presenti i candidati sindaco Donatella Del Turco, Paolo Manfredini, Guido Melley, Massimo Lombardi, Cristiano Ruggia e Giulio Guerri. Assente, tra quelli invitati, Pierluigi Peracchini.

Il problema della sanità è al primo posto tra quelli percepiti dalla popolazione. Lo dicono i dati della ricerca di Eumetra Monterosa, secondo i quali l'82 per cento degli spezzini è soddisfatto per quanto concerne i grandi temi come la sicurezza, l'ambiente, la cultura e la scuola, mentre sono al di sotto della soglia regionale e del Nord Ovest i valori di ambiti quali la raccolta dei rifiuti e i servizi sanitari. Da questa fotografia della situazione attuale ha preso le mosse il convegno sul welfare, durante il quale Garbini ha evidenziato in primo luogo il gap della spesa sanitaria pro capite a livello nazionale.
"Investiamo meno di tutti i sistemi europei. Oggi per ogni italiano si assiste mediamente a una spesa di 2.600 euro, rispetto ai 3.550 che impiega la Francia per ogni cittadino e i 3.700 della Germania. Non a caso l'aspettativa di vita per la prima volta nel 2014 ha fatto registrare un segno negativo".
Puntando la lente sulla situazione ligure Garbini ha mosso critiche al fatto che "il Libro bianco della sanità della Regione attua una riduzione drastica del ruolo dei primi cittadini, facendo scomparire la Conferenza dei sindaci. Inoltre - ha aggiunto - c'è un mancato consolidamento dell'integrazione tra il comparto sociale e quello sanitario. E infine manca la volontà di sostenere la città nel raggiungimento dell'obiettivo del Dea di secondo livello".
Altri aspetti da affrontare quanto prima, secondo il responsabile spezzino di Legacoop, sono quelli del pendolarismo sanitario che nell'ultimo anno ha portato a spendere 70 milioni di euro, dei 350 totali spesi dalla Asl spezzina, a favore di strutture sanitarie toscane, e della scarsa territorializzazione: "Non ci sono sufficienti investimenti nei Distretti sociosanitari e c'è poca collaborazione tra il settore pubblico e quello del privato cooperativo: possiamo mettere a disposizione i nostri ambulatori - ha detto Garbini - con la possibilità di offrire a costi inferiori tanti servizi".

Per questi motivi l'Alleanza delle cooperative ha chiediamo che si apra un tavolo sotto l'egida del prossimo sindaco della Spezia, basando i lavori su un accordo di programma che sarà stilato e proposto dal mondo cooperativo.
"Ci sono tre punti che necessitano un forte impegno. Oltre alle fughe dei pazienti fuori Regione - ha concluso - occorre firmare un accordo che migliori la legge in fatto di appalti, con regole chiare sulle clausole di salvaguardia e sullo stop alle gare al massimo ribasso. E infine bisogna reperire e spendere fondi strutturali sulle tematiche socio sanitarie".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure