Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Gennaio - ore 15.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Viaggi (Psi): "Anpi, giù le mani da Pertini"

Viaggi (Psi): `Anpi, giù le mani da Pertini`

La Spezia - "Attribuire a Sandro Pertini, Socialista, presidente della Repubblica, uomo della resistenza e costituente un pensiero “postumo” a sostegno di una posizione a questo referendum è un atto di fantasia politica. A farlo, con mio stupore è una organizzazione che ha la mia stima e riconoscenza come l’Anpi e da alcuni che, richiamandosi ai valori socialisti, dovrebbero essere più cauti nell’utilizzare gli ideali così alti in forma strumentale". A parlare è Maurizio Viaggi, segretario regionale del Partito Socialista Italiano.

"Mi riferisco alla visita di una delegazione dell’ANPI e di alcuni Socialisti a Stella alla tomba di Sandro Pertini - spiega Viaggi -, in quella occasione alcune dichiarazioni hanno dato l’impressione di lasciar intendere che Pertini avrebbe votato NO al prossimo Referendum sulla riforma costituzionale.

Premesso che io la penso esattamente all’opposto però, per rispetto verso i cittadini confermo che anche il mio pensiero è solo un esercizio di fantasia politica, precisato questo ritengo che i grandi leader del passato come Matteotti, Nenni, Pertini, Lombardi fino a giungere a Craxi nell’ambito della famiglia socialista o Berlinguer, La Malfa, De Gaspari nelle altre grandi famiglie politiche democratiche italiane avevano la capacità di una visione politica moderna ed attenta ai tempi, non succubi, anzi alternativi ad un passato, capaci di guardare oltre.

Usare slogan o icone, come Pertini, mi sembra voler sfuggire ad un confronto sui veri temi della riforma dove ognuno può avere le proprie valutazioni, ma non certo trovandole in curiose teorie “lui avrebbe fatto, lui avrebbe detto”.

Il problema è cosa fare oggi per modernizzare il paese e per dare risposte alle domande e ai bisogni dei cittadini.

Non è sufficiente richiamarsi ad un passato nobile e prestigioso di cui io come socialista sono orgoglioso per il contributo che il mio partito i suoi dirigenti e militanti hanno dato nelle conquiste sociali, nei diritti civili e nel riconquistare e salvaguardare una democrazia anche grazie a questa costituzione che i socialisti hanno scritto ma che, garantiti i principi e i valori fondanti, è perfettibili e adeguabile ai nuovi tempi.

E’ anche per questo che il PSI, con le sue riflessioni anche critiche, ha deciso il prossimo 4 Dicembre di votare SI al referendum costituzionale e dopo, indipendentemente dal risultato espressione della volontà dei cittadini, dovremmo tutti con responsabilità superare toni e strumentalizzazioni di queste settimane ponendo al centro l’interesse del paese e del mondo del lavoro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure