Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Febbraio - ore 22.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Verso le primarie Pd, il comitato pro Martina: "Dobbiamo unire, unire, unire"

Verso le primarie Pd, il comitato pro Martina: "Dobbiamo unire, unire, unire"

La Spezia - Il Partito Democratico si trova di fronte ad una fase storica. Negli ultimi anni sono venute meno le nostre tradizioni, la nostra cultura, e di conseguenza diversi militanti, iscritti ed elettori si sono allontanati. La scelta oggi appare chiara: rilancio o estinzione. La fase congressuale che si sta aprendo rappresenta un momento decisivo per ridare linfa vitale ad un partito che non può e non deve scomparire. C’è bisogno di un PD che si ponga come forza di opposizione dura e consapevole alle politiche dell’attuale governo e soprattutto, ricostruisca un’alternativa di governo valida e credibile.

In questo momento delicato per il Partito Democratico abbiamo deciso di rinnovare il nostro impegno personale dopo i recenti anni di militanza che ci hanno spesso visti delusi e disorientati. Siamo sicuri che il Congresso sia il momento più adeguato a rilanciare un progetto che ha ancora molto da offrire.

La classe dirigente di questi anni, tra divisioni e scarsa lungimiranza, ha fallito nella gestione del partito. Per troppo tempo siamo rimasti distanti dal nostro elettorato, allontanandoci dalla società, incapaci di esercitare quel ruolo di interpreti delle istanze del tessuto sociale. Troppo spesso si è litigato senza discutere o si è evitato il confronto ritenendo fosse un ostacolo fastidioso: un partito va avanti unito, ostruzionismi e inutili ostilità sono da lasciare indietro.

Per questo motivo la candidatura di Maurizio Martina ci è parsa fin da subito la più adeguata a superare questa complicata fase e guardare al futuro con rinnovato entusiasmo. L’ottimo lavoro svolto dal segretario in questi mesi ci ha dimostrato che è possibile comporre una sintesi tra la necessità di un’autocritica rispetto alla stagione precedente e lo schema valoriale che da sempre ha caratterizzato il Partito Democratico sin dalla sua nascita. Maurizio Martina può essere questa sintesi di superamento rinnovativo. Inoltre, con la candidatura di Maurizio Martina ci auspichiamo venga superata la stagione delle lotte intestine, che hanno solo arrecato danni al Partito. Bisogna tornare a lavorare tutti insieme, fianco a fianco, mettendo da parte le ambizioni individuali e ponendoci come forza coesa e compatta dinanzi alle grandi sfide odierne.

E’ venuto il momento di dare risposte radicali ai problemi che emergono nella società. Non possiamo rimanere fermi e fare gli spettatori, non possiamo raccontare il paese solo con i dati e le percentuali ma dobbiamo cambiarlo con proposte e temi concreti, con una sensibilità attenta alle crisi e ai disagi delle persone. Su questo dobbiamo combattere tanto la Lega quanto il Movimento Cinque Stelle. E’ necessario offrire risposte agli stessi problemi ma in modo diverso, senza alimentare la paura e la divisione all’interno della società. Per poter fare ciò è necessario ripartire dai circoli e dalle sezioni, essere presenti fra gli ultimi, tornare nelle fabbriche, nelle piazze, davanti ai centri di accoglienza, farsi portavoce delle istanze dei nuovi lavoratori della gig economy e delle tematiche ambientali. Questo significa unire le nostre tradizioni, senza rimanere ancorati a concetti anacronistici, alle sfide dell’era della Globalizzazione ponendoci agli occhi dell’opinione pubblica come forza popolare (ma non populista) e non come partito d’élite.

Noi ci poniamo in rottura rispetto a tutte quelle dinamiche che hanno incancrenito il Partito e il suo funzionamento. Rifiutiamo i meccanismi che hanno anteposto il particolarismo all’azione collettiva, che hanno tramutato il Partito in una (dis)organizzazione di interessi frazionati.
Dobbiamo unire, unire, unire.

La decisione di costituire questo comitato è venuta dalla volontà di costruire uno spazio di discussione nuovo, libero da ogni condizionamento, che possa offrire un contributo al rilancio del Partito. La cosa più importante per noi oggi è ripristinare un luogo di discussione aperto ed inclusivo. Questo è lo spirito con il quale ci siamo mossi e con il quale intendiamo procedere.

Giacomo Bella
Valentina Cicerone
Nicholas Pesci
Lorenzo Ratti
Samuel Sanfilippo
Lorenzo Zucchello

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News