Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 11.54

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Variazione di bilancio regionale. Paita: "Non un euro per lo Spezzino. Bocciate le nostre proposte"

No agli emendamenti per piazza Cavour, Special Olympics, curva Ferrovia e Palio del Golfo.

Variazione di bilancio regionale. Paita: `Non un euro per lo Spezzino. Bocciate le nostre proposte`

La Spezia - “E’ una variazione di bilancio che presta attenzione al territorio e consente di realizzare alcuni importanti interventi, in particolare sul fronte del trasporto pubblico e delle gravi disabilità, con un occhio di riguardo anche alla difesa del suolo e a importanti progetti strategici come la funicolare di collegamento tra aeroporto, ferrovia e Erzelli”. Lo ha dichiarato il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti dopo l’approvazione in consiglio regionale della variazione al bilancio 2017-2019”. “Con questa variazione - ha continuato Toti - il cui valore complessivo è di 92 milioni, si mantiene l’equilibrio di bilancio, e si riescono ad effettuare alcuni importanti interventi che ammontano a 10 milioni di euro nel campo del TPL”. La Regione ha deciso di destinare 2,5 milioni per il tpl, finalizzato all'acquisto di autobus, 300mila euro per contrastare l'evasione tariffaria a Genova, 170mila euro per Navebus a Genova, 5,2 milioni per le gravi disabilità, 30mila euro per fiere ed eventi, 50mila euro per ridurre la situazione emergenziale lungo le sponde e nel greto del fiume Roja, su istanza del Prefetto di Imperia, 5 milioni per la riqualificazione dell’area del waterfront della città di Savona, 400mila euro per la progettazione della funicolare di collegamento tra aeroporto – ferrovia – parco scientifico e tecnologico degli Erzelli, 600mila euro per la riqualificazione dello scalo aeroportuale di Genova, ulteriori 6 milioni per la mobilità regionale e il rinnovo del materiale rotabile destinato al trasporto pubblico locale, 1,5 mln di euro per le integrazioni delle azioni di sviluppo nell’ambito del Patto per il Turismo e 1,2 milioni di euro per investimenti per infrastrutture strategiche regionali. Inoltre previsti 5,4 milioni per il Fondo Strategico dello Sviluppo Imprenditoriale.

Non c'è nulla di spezzino, in tutto questo. Juri Michelucci e Raffaella Paita sottolineano l'assenza di una voce che riguardi la provincia dell'estremo levante ligure: "Non un euro sul Palio del Golfo. Ma neppure su Special Olympics, la Curva Ferrovia dello stadio Picco e la bonifica delle discariche abusive nella Valle del Magra. Insomma, fedele al suo comportamento degli ultimi due anni, la Giunta Toti non ha investito nulla sul territorio spezzino. E lo ha ribadito questa mattina in occasione della variazione di bilancio in consiglio regionale, dove i nostri emendamenti sono stati bocciati. Avevamo chiesto infatti un investimento di 50 mila euro per il Palio del Golfo della Spezia e la Giunta Toti ha detto no. Trentamila euro per Special Olympics, i giochi estivi dedicati ai disabili organizzati nella nostra città, e il centrodestra ha risposto picche. Bocciati anche i nostri emendamenti che chiedevano di finanziare la progettazione e la realizzazione della copertura della curva dello stadio Picco della Spezia (indicando anche dove reperire i 2 milioni di euro necessari) e aiutare con 300 mila euro tutti quei comuni della Valle del Magra che hanno già individuato le discariche abusive e intendono intervenire per bonificare il territorio. Da quando Toti governa la Regione Liguria non è stato più speso nulla nello spezzino". Paita dedica un discorso a parte al mancato finanziamento per la chiusura di Piazza del Mercato: "Anche quest’emendamento presentato dal Pd, che chiedeva un intervento importante per la città della Spezia, è stato bocciato dalla Giunta Toti in variazione di bilancio. Avevamo chiesto al centrodestra di stanziare 800 mila euro per realizzare l’opera, ma ci hanno detto di no, anche se Toti, tempo fa, aveva promesso di finanziare l’operazione. Nello specifico si trattava di una “chiusura a scomparsa”, all’interno di un progetto di riqualificazione complessivo della piazza. Un intervento a protezione degli operatori, ma anche degli acquirenti, condiviso con le associazioni di categoria. La chiusura a scomparsa avrebbe permesso di proteggere la piazza dall’inquinamento e dagli agenti atmosferici, soprattutto d’inverno, con la possibilità di aprire maggiormente gli spazi d’estate".

“Un bilancio molto modesto, pieno di contraddizioni, privo di guizzi in grado di aggredire i veri, concreti, problemi dei cittadini e che, ancora una volta, si preoccupa di tutelare i privilegi acquisiti, più che di tagliare gli sprechi e dare quelle risposte che i cittadini attendono da troppo tempo.” Così i portavoce del MoVimento 5 Stelle Liguria bocciano il DDL 146 Variazioni al Bilancio di Previsione presentato oggi in Consiglio regionale dalla Giunta Toti. “Siamo di fronte a una manovra con troppi punti poco chiari per quanto riguarda il saldo finanziario complessivo, approdata in Aula in fretta e furia senza un doveroso approfondimento in commissione – attaccano i Cinque Stelle – Già l’assestamento di bilancio 2016 è stato impugnato dal Governo nel dicembre scorso per profili di incostituzionalità. Il timore è che il copione potrebbe ripetersi identico anche nel 2017.” Nel corso della seduta il MoVimento 5 Stelle ha presentato in Aula un Ordine del giorno su Arte collegato al Bilancio, bocciato dalla maggioranza. “Con questo atto chiedevamo di trovare 5 milioni di euro nei prossimi 3 mesi per la manutenzione straordinaria e la messa a norma di tutta l’edilizia residenziale ligure, impiegando le eccedenze di questo fondo per ampliare l’offerta abitativa e soddisfare, così, l’enorme e, ormai drammatica, domanda di alloggi Erp – spiega De Ferrari, relatore di minoranza per il M5S – Ma la maggioranza di centrodestra ha respinto la proposta senza neanche entrare nel merito della discussione. Ecco il vero volto di Forza Italia e Lega, che con gli slogan promettono ‘prima gli italiani’, ma, al momento del dunque, preferiscono stanziare 26 milioni di euro per la Reggia di Toti e non trovano un euro per le case popolari.” Il consigliere Tosi ha approfondito la voce del bilancio legata al turismo, evidenziandone limiti e criticità. “Con la solita sloganite compulsiva, Toti ha fatto della promozione turistica un proprio marchio di fabbrica, un hashtag permanente, ma a tutt’oggi manca una vera visione di insieme in grado di andare oltre alle singole iniziative eclatanti ma di breve respiro (il recentissimo red carpet a Rapallo ne è un chiaro esempio) e di promuovere il pacchetto Liguria come un unico grande brand in Italia e nel mondo – sottolinea Tosi – Non basta stanziare risorse, bisogna investirle nel modo giusto, puntando sulla ricettività e sull’offerta dei servizi.”

E durante la discussione sulla variazione di bilancio oggi in Consiglio regionale, il consigliere del Pd Valter Ferrando ha presentato un emendamento in cui si chiedeva lo stanziamento di 50 mila euro a favore delle Società Operaie di Mutuo Soccorso. Nel suo intervento l’esponente del Pd ha motivato tale necessità “anche a fronte di una cifra modesta rispetto ai reali bisogni delle SOMS, per dare un segnale forte a un mondo che sta svolgendo un ruolo sociale importantissimo”. Secondo Ferrando, infatti, all’interno delle Società Operaie di Mutuo Soccorso “le persone, spesso sole e socialmente deboli, trovano occasioni di aggregazione umana, ma anche sedi riscaldate d’inverno e rinfrescate d’estate dove è possibile svolgere attività ludiche e sociali, che combattono la solitudine e l’esclusione sociale nelle città. Purtroppo – conclude Ferrando - la Giunta Toti ha respinto il nostro emendamento giustificandosi con la necessità di chiudere il bilancio in fretta. Grazie alla mia insistenza però sono riuscito a strappare un parziale impegno per l’assestamento di bilancio che si terrà a luglio. In quell’occasione presenterò nuovamente l’emendamento a favore delle SOMS”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure