Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Unire la Spezia e Verona con la ferrovia usando i soldi dei pedaggi dell'A15

Era la proposta del deputato M5S Danilo Toninelli fatta a Delrio nel 2015. Oggi il ministro dei Trasporti è diventato lui.

IERI DEPUTATO, OGGI MINISTRO
Unire la Spezia e Verona con la ferrovia usando i soldi dei pedaggi dell'A15

La Spezia - Accantonare una parte dei pedaggi pagati dagli automobilisti sull'A15 La Spezia-Parma per usare poi quei fondi per potenziare la linea ferroviaria che collega il Mar Ligure con il Brennero. Era questa l'idea che l'attuale ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli sottoponeva al governo nel 2015 da semplice deputato con un'interrogazione diretta al ministero che oggi regge in prima persona. Il grillino, originario di Cremona, aveva argomentato la proposta partendo dall'opposizione alla Ti-bre autostradale, ovvero al prolungamento dell'Autocisa fino a Mantova per raccordarsi con l'A22 del Brennero. Progetto attualmente in realizzazione, sebbene solo per una manciata di chilometri nel Parmense.

"L’alternativa si basa su uno studio della Eidos, che ha dimostrato con dati e numeri che l’investimento sullo stesso tratto su rotaie consentirebbe un notevole risparmio di risorse - recitava una nota dello stesso Toninelli - Questo nuovo percorso, già individuato, collegherebbe infatti Parma a Mantova e Verona per un costo di 80 milioni contro i 700 del tratto previsto precedentemente, con un risparmio di 25 chilometri. Lo studio pensa anche alla copertura finanziaria: basterebbe accantonare una quota dei pedaggi autostradali di Autocisa, la società che ha in concessione il tratto autostradale fino al 2031".
"Il Ministro delle Infrastrutture Delrio ha già detto basta alle grandi opere, almeno a parole. Adesso vuole passare ai fatti? O è anche in questo caso lo stesso Delrio che dicendo 'basta' alle Province a parole nei fatti ha scatenato il caos sulle stesse, cancellando le elezioni ma aumentandone i costi? Ne ho chiesto conto direttamente a lui in un’interrogazione parlamentare appena pubblicata. I cittadini della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia e tutti quelli che sono interessati a un collegamento essenziale tra ovest e est del Paese sono in attesa della risposta", scriveva l'attuale inquilino di Piazzale di Porta Pia.

Parole che due anni e mezzo dopo non possono che suonare come una promessa alle orecchie della comunità portuale spezzina e non solo. Oggi con Rotterdam la partita si gioca sui cinque giorni in meno che un container in arrivo alla Spezia ci mette a raggiungere Basilea, snodo intermodale di importanza continentale (qui per approfondire). Un'ulteriore limatura sui tempi sarebbe un fattore di competitività non indifferente, raddoppio della linea per Parma permettendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News