Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Gennaio - ore 17.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Un rebus da sciogliere prima di andare fuori tempo massimo

Dopo un anno di Grande freddo, il Partito democratico trasale: incontri febbrili, calendario alla mano, ma tutti pendono dalle labbra di Paita e Orlando. E così, con lo sguardo a sinistra, ai nomi noti se ne aggiungono altri.

Un rebus da sciogliere prima di andare fuori tempo massimo

La Spezia - Incontri, incroci e telefonate. Giornate intense, quelle di inizio gennaio per la politica spezzina e per il Pd in particolare, alla ricerca di un candidato sul quale puntare per le amministrative.
La definitiva uscita di scena di Luigi Merlo, da lunedì prossimo nuovo direttore dei rapporti istituzionali del gruppo Msc, riapre completamente la porta a tutti gli scenari. Chi aveva ipotizzato per lui la corsa al ruolo di sindaco alla Spezia o a Genova aveva sbagliato. Qualcuno è rimasto deluso, altri hanno tirato un sospiro di sollievo.
I bene informati, però, non hanno mai cessato di lavorare dietro le quinte, convinti che, al di là di quello che sarà il personaggio di maggior peso, sia necessario costruire alleanze e consolidare le posizioni. L'impressione, infatti, è che ci siano due piani di confronto differenti, che solamente in alcuni frangenti si incrociano.
I due principali capi corrente, Andrea Orlando e Raffaella Paita, si muovono con un occhio alle prossime politiche, mentre in città tutto il partito attende che l'intesa si riverberi sull'ambito cittadino. I nomi messi in campo sino ad oggi, quelli di Corrado Mori, Renato Goretta e Cristina Failla, non convincono a sufficienza. Né la base, né i vertici. Tanto che nelle ultime settimane nel corso delle riunioni di corrente e degli incontri carbonari ne sono usciti altri, dal vice sindaco ed esponente di spicco del Partito comunista italiano Cristiano Ruggia, all'assessore alla Sostenibilità ambientale Laura Ruocco, dal presidente del consiglio comunale, il socialista Paolo Manfredini, sino al ritorno in auge di Guido Melley, come figura civica sulla quale poter far convergere le diverse anime del partito. Nomi che strizzano l'occhio all'elettorato di sinistra, a dimostrazione della volontà del Pd di non perdere - almeno a livello locale - il supporto e i voti di quella fetta di società.
Eppure c'è anche chi sostiene che, nel non lasciare nulla di intentato, sia anche stato sondato il terreno per un'ipotesi di alleanza con "La Spezia popolare", la lista annunciata mesi fa da Andrea Costa, consigliere regionale del centrodestra moderato, rappresentante locale di Ncd deluso dalle barricate contro la sua candidatura sollevate dalla Lega Nord e non spianate da Toti, Giampedrone e, in generale, da Forza Italia.

Nomi, programmi e metodi di individuazione del candidato ufficiale. Tre aspetti strettamente legati tra loro. Le possibili alleanze influenzano infatti l'identikit della figura che uscirà dal cilindro. Nel Pd poi c'è chi continua a spingere per lo svolgimento delle primarie, ma tutto dipenderà dal momento in cui verrà messo sul tavolo il nome sul quale Paita e Orlando punteranno con più convinzione. I tempi in realtà sono già stretti e se ci sarà un'intesa tra i due potrebbero già essere superate le consultazioni di coalizione. L'accordo, però, è tutt'altro che scontato e nelle prossime settimane Mori & co. potrebbero porre l'aut aut per le primarie. Ma al tempo stesso le ultime campagne elettorali hanno insegnato che spesso meno durano e meglio è. Incontri e bozze d'accordo proseguono, con tutte le orecchie tese a carpire cosa accadrà tra il ministro e la Lella. Dalla loro prossima mossa verranno a cascata anche quelle degli altri partiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure