Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Un fiore per i partigiani e un Fiore per Forza nuova | Foto

Niente corteo antifascista, parte solo una delegazione. Intanto inaugura il nuovo presidio della destra sociale.

Un fiore per i partigiani e un Fiore per Forza nuova<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/Manifestazione-antifascista-alla-2446_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - "Il fascismo non è la risposta. Alla crisi socio economica, alla difficoltà del vivere quotidiano, ai problemi del lavoro. No alla violenza e all'odio, sì ai diritti, alla cultura, al rispetto della dignità umana". Questo il pensiero delle trecento persone che oggi pomeriggio si sono date appuntamento in Via Monfalcone, all'altezza della scuola Manzoni, per dire no a ogni forma di fascismo e rispondere idealmente alla contemporanea apertura della sede di Forza Nuova alla Chiappa, a due passi, in Via Genova. A dividersi tra slogan e canti c'erano proprio tutti i partiti e le associazioni di quella galassia che si rifà ai valori del centrosinistra, della Resistenza, dell'antifascismo. Volti di Pd, Articolo uno, Rifondazione, Pci, Cgil, Anpi, Aned, Possibile, LiberaMente, Sinistra italiana, Giacobini del Golfo... "La crisi c'è, ma non si può rispondere con il fascismo, con l'intolleranza, con il regresso - ha spiegato Francesco Pellegrotti, voce dell'organizzazione - . Questa iniziativa è soltanto l'inizio".

Verso le 19 ha cominciato a prender forma un corteo, aperto dallo striscione recitante 'Chiappa antifascista', intenzionato a portare tutti i convenuti fino al monumento ai partigiani esattamente a metà tra la piazza delle sinistre e la nuova sede di Forza nuova. Il compattarsi del torpedone umano ha contrariato le forze dell'ordine, presenti in buon numero per scongiurare eventuali contatti tra i due fuochi. Dopo un serrato confronto con la Digos e il questore Francesco Di Ruberto, è stato negato il corteo, di fatto non concordato ufficialmente. Ok, invece, a una camminata fino al cippo partigiano di una piccola delegazione. Una soluzione che ha scontentato una buona fetta dei presenti. Il corteo in forma ridotta ha raccolto esponenti delle associazioni Anpi e Aned e di alcune forze politiche, tra cui l'ex vice sindaco Cristiano Ruggia (Pci), l'ex assessore Alice Parodi (Laboratorio a sinistra), il segretario provinciale di Rifondazione Verushka Fedi, il Giacobino del Golfo Roberto Quber. Fiori per i partigiani, quindi, e fiori anche all'adiacente monumento ai caduti dei due conflitti mondiali. A duecento metri, le bandiere e i militanti di Forza nuova. Nessun contatto tra le parti, nessuna provocazione.

A omaggiare l'apertura del nuovo presidio forzanuovista c'era il segretario nazionale Roberto Fiore, che di fronte a una trentina di militanti ha rilanciato i grandi temi del movimento, classici cavalli di battaglia di una destra sociale e ancorata alla tradizione cattolica, pronta a portare avanti una "storia politica, una storia di lotta e di vittoria". Né destra né sinistra? "Confermo - ha detto Fiore -. Per certi versi siamo molto di sinistra, per altri siamo molto a destra". Il segretario ha parlato anche di una sinistra "morta", che "ha perso valori positivi come la difesa dei lavoratori e del popolo per darsi alle unioni gay e all'apertura all'immigrazione". Differenze con gli altri alfieri della destra sociale, Casapound? "Noi siamo più ancorati alla tradizione cattolica italiana, al tema della rinascita demografica e a quello dell'identità. E sull'immigrazione abbiamo una posizione più radicale, e da più tempo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery
La piazza delle sinistre Archivio Cds
Delegazione antifascista Drone Tech
Trattativa con la Polizia Archivio Cds
Corteo antifascista bloccato sul nascere Archivio Cds
Roberto Fiore Archivio Cds


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure