Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Febbraio - ore 21.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Studenti al gelo, De Paoli (Lega): "Modificare le modalità di riscaldamento"

Studenti al gelo, De Paoli (Lega): `Modificare le modalità di riscaldamento`

La Spezia - Aule al freddo, proteste da Ventimiglia a Sarzana e leghisti schierati dalla parte dei giovani. Nei giorni scorsi, ci sono stati diversi disagi per gli studenti che, dopo le vacanze di Natale, sono rientrati nelle classi gelide. Nei locali di alcuni istituti scolastici si sono registrati perfino 13 gradi. Oggi il consigliere regionale della Lega Nord Liguria, Giovanni De Paoli, ha depositato un’interrogazione sul riscaldamento degli edifici pubblici, sia per garantire ai nostri studenti il diritto di studiare al caldo, sia per consentire un ottimo risparmio di energia.

“Se il problema si ripete ogni anno qualche motivo c’è – spiega il consigliere regionale del Carroccio Giovanni De Paoli – quindi mi chiedo cosa è stato fatto al fine di risolvere la questione ed evitare ulteriori futuri disagi ai nostri studenti.
Gli orari di accensione delle caldaie sono stabiliti Comune per Comune e i privati sono stati obbligati ad installare valvole termostatiche. Tuttavia, per molti edifici pubblici non sono ancora stati adottati, in concreto, tali provvedimenti volti al risparmio energetico. La conseguenza è che in molte situazioni vige l’anarchia più assoluta.
Appurato che erogando calore mediante orologi programmati, che accendono le caldaie durante orari prestabiliti, non si realizza un concreto risparmio energetico, ma in molti casi si consuma perfino il doppio senza garantire un idoneo servizio, accade che all’ingresso degli studenti nelle scuole dopo il rientro dalle vacanze o anche da un semplice week end, le aule siano fredde. Se invece l’impianto di riscaldamento fosse acceso 24 ore su 24, ma ad una temperatura media regolata da un termostato ambiente o da valvole termostatiche, si garantirebbe una condizione ambientale che non porterebbe più nessun disagio per i nostri giovani, i quali hanno il diritto di studiare al caldo.
Pertanto, ho presentato l’interrogazione al Presidente della Giunta, Giovanni Toti, per sapere se sia possibile modificare il modo di riscaldare gli edifici pubblici della Liguria, in modo particolare quelli scolastici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia












L'ultimo dribbling di Armando Napoletano
25/02/2017 14:15:12
19/02/2017 10:30:00
Girointondo di Annamaria Giannetto Pini
15/02/2017 10:52:52























La Spezia, 11 febbraio 2017 - 11/02/2017






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure