Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Agosto - ore 14.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Statuto, la maggioranza risponde: "Violazioni? Osservazioni infondate".

Guerri e Cenerini replicano alle opposizioni: "Il segretario generale ha confermato che quanto è stato fatto è consentito".

Statuto, la maggioranza risponde: `Violazioni? Osservazioni infondate`.

La Spezia - Prosegue la polemica innescatasi in occasione della prima conferenza dei capigruppo consiliari spezzini. Dopo l'attacco arrivato da Partito democratico, Le Ali a Spezia, Movimento cinque stelle, Psi e Spezia Bella Forte Unita per Manfredini, convinte che sia stato violato lo Statuto (QUI), ora si fa sentire la maggioranza.

"Con riferimento a un comunicato prodotto da alcuni Gruppi Consiliari di minoranza informo che non c'è stata alcuna violazione dello Statuto. L'osservazione sollevata è stata da me sottoposta al parere tecnico-giuridico del Segretario Generale che ha rilasciato detto parere durante la seduta certificando l'infondatezza dell'osservazione e il pieno rispetto dello Statuto", ha replicato Giulio Guerri, presidente del consiglio comunale.

Vibrante l'intervento dei capogruppo Lista Toti - Forza Italia, Fabio Cenerini. "Leggo con stupore il comunicato congiunto di gran parte delle opposizioni. Ci sarebbe da dire che accusano noi di non aver ancora costituito le commissioni a una settimana dalla convalida degli eletti avvenuta al consiglio di venerdì scorso, mentre il Pd non è nemmeno riuscito ad eleggere il capogruppo fra Erba e Raffaelli! Infatti ieri in rappresentanza del Pd è venuta la Pecunia, fate un po' voi!".

"L’accusa al sindaco Pierluigi Peracchini - prosegue Cenerini - di essere alla spasmodica ricerca di occupare spazi, relativamente ad alcune nomine nelle società partecipate, appare quanto meno ridicola essendo fatta da chi ha moltiplicato le partecipate, vedi Acam e tutte le sue derivazioni, per accontentare, diciamo gli esclusi, dalle assemblee elettive, generando un’incompetenza, un costo sociale e un buco enorme.
Altro attacco gratuito, a mio avviso motivato solo da acredine personale, è quello rivolto al presidente Giulio Guerri, che avrebbe permesso di aggirare lo statuto, secondo loro ovviamente.
Su questo punto sono intervenuto proprio io, nella conferenza capigruppo di ieri, evidenziando che la legittimità delle pratiche la garantisce il parere del Segretario Generale, che si è espresso a favore della stessa e della possibilità di passarle al vaglio del Consiglio Comunale con il voto dei Capigruppo presenti.
Certo che se l’opposizione inizia così credo che sarà difficile avere un clima di una pur minima collaborazione, visto che invece di intervenire sul merito si inventano i problemi in modo fuorviante, quando ha già avuto ampie garanzie da chi è il garante della situazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure